BREAK DANCE

marco Posto l’articolo di un alunno di primo anno, arrivato in classe circa 25 giorni dopo l’inizio delle lezioni. Credevo che avrebbe incontrato serie difficoltà a mettersi al passo. Illuso io! Marco ha recuperato senza nessun problema. Sensibile, intelligente, EDUCATO, attento anche ai respiri del burbero prof. di lettere, e non solo. Mi è rimasto impresso l’elegante candore con cui mi ha chiesto di leggere il suo articolo, perchè eventualmente fosse pubblicato sul giornale del liceo. Ho dato il mio nulla osta. Articolo semplice, scritto col cuore di chi crede in ciò che fa. A me la break dance non interessa, ma un adolescente "impegnato" in qualcosa di costruttivo non è opportunità da lasciarsi scappare! Tutto il mio plauso!

Spesso molti di voi si sono chiesti: “Che cosa è la Break Dance?” “E l’ hip hop?”
E molto probabilmente avete visto, soprattutto il sabato, passando per Piazza Politeama, ragazzi, dai 13 ai 24 anni, che si esibiscono al centro di un “cerchio umano”, ovvero un cerchio formato da ragazzi e persone (passanti spettatori) con salti mortali, capriole, giravolte e tante “mosse” acrobatiche a contatto col suolo, accompagnati da musica “attraente”. Essi sono chiamati Breakers, oppure B-boys (maschi) e Fly girls (femmine), ovvero ballerini di Break Dance.
La Break Dance è anche chiamata Breaking o B-boying per evidenziare l’ arte di ballare questa danza così sfrenata.
Il Breaking è una delle quattro arti dell’ HIP HOP. Esso si divide in quattro rami (arti) e sono: Mcing (l’ arte di fare rap con i suoi aspiranti Mc, che significa “master of ceremony”; essi ,utilizzando delle rime, raccontano la vita di tutti i giorni sulla base musicale del dj), Djing (l’ arte di creare musica hip hop con l’ ausilio di giradischi e mixer, con i suoi aspiranti Beatbox, futuri Dj, che tra amici Mc, senza strumenti tecnici, amano fornire il beat con “pernacchie” ecc.), Writing (l’ arte di dipingere tag o murales, con pennarelli, vernici o bombolette spray colorate, i suoi aspiranti si chiamano Writer) e infine il Breaking.
L’ hip hop, così anche la Break Dance, nascono entrambi nel nord America orientale (New York, Bronx, Detroit ecc.), ma oggi diffusi in tutto il mondo. Questi si dividono in due generazioni: la prima che va dal 1978 al 1984 chiamata Old School e la seconda che va dal 1984 fino ai giorni nostri chiamata New School. Dopo la prima generazione la Break Dance divenne un po’ monotona, ma grazie all’ “America” si iniziarono a introdurre nuove “mosse” tra cui il WINDMILL preso dalle arti marziali cinesi, lo SWIPE dalla capoeira, il FLARE dalla ginnastica artistica, l’ AIRFLARE, l’ HEADSPIN (giri con la testa) chiamate POWERMOVES, le VERT ecc. e perciò divenne tutt’ altro che monotona: una miscela di stili!
L’ hip hop è considerato un fenomeno culurale ma per gli hiphopper (aspiranti del fenomeno in generale) più che fenomeno culturale è una vera e propria vita che li rende più sicuri…
Le caratteristiche principali sono: il modo di vestirsi (vestiti larghi, colorati e che si rifanno ai vestiti Americani), il linguaggio tipico dell’ hip hop e uno, massimo due, piercing…
Nel glossario dell’ hip hop tra le parole più comuni troviamo:
CREW (gruppi/squadre), CONTEST (gara/sfida tra crew), JAM (raduno fra hiphopper con musica rap e contest fra le varie arti), KING (capo/il migliore), TAG (firma del Writer), PEZZO (opera del Writer), BIBBIA (raccoglitore sul quale i Writer fanno degli schizzi per i pezzi), CROSSARE (scrivere sopra il pezzo di un altro Writer).
A questo punto se vi capiterà di incontrare ragazzi del genere, sicuramente, saprete riconoscerli. Ma ATTENZIONE NIENTE PREGIUDIZI, molti di loro sotto quei “vestiti” nascondono capacità LICEALII……!
Per qualsiasi altra informazione siete pregati di contattarCI…! 

22 pensieri su “BREAK DANCE

  1. Un documento antropologico sul “nomadismo” adolescenziale di quest’epoca postmoderna, veramente eccezionale. E molto utile anche a me che mi occupo professionalmente di adolescenti. Grazie, Melchisedc! Propongo una nota di merito particolare all’autore dell’articolo. ;O)

    "Mi piace"

  2. Mi associo a Marzia: pochi insegnanti sanno ascoltare e cogliere sfumature nei loro allievi.

    complimenti a Marco: ora capisco meglio questa “strana” comunicazione corporea.

    felice domenica
    Blue

    "Mi piace"

  3. …davvero complimenti al tuo alunno! Oltre ad avermi insegnato cose interessanti, emerge una lodevole capacità a saper affrontare le cose di cui si è appassionati con autentica passione e con impegno. Il termine “impegno” dovrebbe coinvolgere tutti gli aspetti della propria vita, non solo quelli scolastici, ma anche quelli ludici. E’ evidente che si tratta di un ragazzo di liceo, abituato ad approfondire. Mentre quelli degli istituti tecnici, o professionali, (e spesso mi prendo della razzista quando dico queste cose) non hanno questo approccio, nè c’è verso di insegnarglielo.

    Un ragazzo che esaminai anni fa, alla maturità, mi portò una tesina sulle origini del Blues che mi lasciò stupefatta. La conservo ancora nel cassetto.

    "Mi piace"

  4. Ebbi a dirti non molto tempo fa che la tua disponibilità nell’ascoltare i tuoi alunni in tutte le loro performances,rispecchia ciò che hai scritto nelle tue note caratteriali,tu cresci insieme a loro e ti arricchisci di informazioni che non conosci,vuoi per un divario generazionale,vuoi perchè spesso non si ha il tempo di approfondire certi argomenti che non fanno parte della nostra cultura.
    I rappers hanno un loro mondo interiore,nascono per la strada,cantano le cose di ogni giorno rimandole,la loro musica ha un ritmo cadenzato,rumoroso,colorato,ma se volgiamo lo sguardo indietro ,i balli,i canti che inneggevano all’amore ed alla vita,i cantastorie che giravano per le città raccontando storie vere come i vecchi trovatori…….niente è nuovo,ognuno ha la facoltà di esprimersi
    attraverso svariati modi,loro hanno scelto il rap.
    Notte serena
    gohome

    "Mi piace"

  5. Quando la vita e le passioni della vita entrano in classe non portano che bene.
    Un esempio questo ragazzo anche per i suoi compagni.
    Se poi anche i tuoi colleghi prestassero orecchio…
    Io ho avuto ottime tesine di maturità sui graffiti, sui supereroi, sul Viaggio (inteso anche come viaggio dell’anima), sulle Cattive nell’arte e nella letteratura, sulla danza, sul Caos, sulla Simmetria, Su la Donna nella Pubblicità, sul Fumetto, su la Morte, sull’Eros nel Cinema e nella Pubblicità, su Coca Cola e Costume, sugli anni Settanta, sul Rock e dintorni…
    Inoltre i nostri studenti maturandi hanno possibilità di esibirsi come musicisti, cantanti, ballerini, attori, atleti.
    A volte presentano una performance in gruppo, testo, coreagrafia, musica loro.
    Ogni volta è scoperta ed emozione.
    Scoprire le passioni dei ragazzi in sofferenza scolastica è un mezzo per iniziare il recupero.

    Ah, stessa cosa quando insegnavo al professionale.

    "Mi piace"

  6. Bisogna saper cogliere la ricchezza dei ragazzi, ma anche la loro povertà, così siamo tutti noi con talenti e ceste di spine. Non sempre è facile e non sempre è possibile, non sempre siamo disposti all’ascolto. Cogliere le sfumature arricchenti è un guadagno per tutti, docenti e compagni di classe. Nella sua semplicità l’articolo di Marco afferma uno dei principi basilari della mia vita, la lotta contro ogni forma di pregiudizio. Dubito dei giudizi, figurarsi dei pregiudizi!
    🙂

    "Mi piace"

  7. chissà se il tuo alunno sa che agli inizi degli anni 90 i rapper in Italia rischiavano spesso il pestaggio per il loro vestiario e i loro graffiti? erano considerati dei freaks.
    il movimento alternativo è poi diventato mainstream. così fare break dance, taggare, fare free-style,portare vestiti extra large oggi è cool tra i ragazzi. ‘fa figo’..
    una cosa credo che sia rimasta inalterata nel corso del tempo: il consumo della ‘porra’ (come la chiamano loro, il fumo come lo chiamano tutti gli altri). e se durante un interrogazione vedi che non ti risponde perchè non dirgli, usando il loro slang, “non fare il sucker!”? (termine che se conosci l’inglese non ha bisogno di commenti..)
    un saluto al califfo Mel (altro termine usato abbondantemente nell’hip hop per fare i complimenti ad una persona) da
    Nasrudin cop.oner D.S.P.
    ti saluto con una tag chiaramente

    "Mi piace"

  8. ciao prof, mi chiedevo se ti andrebbe di mettere sul tuo blog il banner al libretto che spiega la cosiddetta “riforma” costituzionale, visto che ci attende un referendum fondamentale per il futuro della nostra vita civile e su cui la gente sa poco o niente. Penso che l’argomento non sia nemmeno “politico” ma riguarda tutti, perchè la Costituzine è di tutti e va salvaguardata. Il codice html lo trovi sul mio blog, ciao e grazie.

    "Mi piace"

  9. e pensare che mia la prof di italiano massacrò l’elogio alla tecnica cestistica slava sul tiro in sospensione in un tema libero.
    Lei non se l’aspettava .. di solito ero sempre ligio ad argomenti consueti.
    Un sei di stima me lo diede ..
    ed io non ci provai più 🙂

    "Mi piace"

  10. Buonasera, Ray! Almeno un 6 lo hai avuto! 🙂

    SE NON VI COSTA TROPPO, PERCHE’ PARE DI SI’, QUALCUNO DI VOI HA OGGI AVUTO PROBLEMI CON SPLINDER? IMPROVVISAMENTE IL MIO TEMPLATE NON ESISTE PIU’ , SCRIVO UN NUOVO POST, MA NON VIENE PUBBLICATO. SULLA PAGINA DELL’EDITOR COMPARE UNA NUOVA FINESTRA RETTANGOLARE CON A DX LA SCRITTA CHIUDI. MA CHE COSA CHIUDERE? C’E’ ANCHE SALVA BOZZA E PUBBLICA, EDITOR AVANZATO… INSOMMA UN CASINO! VI RISULTA? SEMPRE SE E’ CONCESSO AVERE UN PARERE!
    GRAZIE

    "Mi piace"

  11. Mi è piaciuta la pulizia formale di questo articolo che, senza autoindulgenza, spiega e illustra l’argomento che sta a cuore all’autore: un adulto avrebbe saputo fare di meglio? ne dubito.
    Quanto a splinder comincia a diventare sempre più complicato per chi, come me, ama le cose semplici…peccato.
    Un saluto a te Melchi.

    "Mi piace"

  12. in effetti splinder ultimamente è imprevedibile.. ma vedrai che prima o poi gli passeranno le paturnie e tutto tornerà normale 🙂
    Bello l’articolo del tuo alunno.. Io penso che avere interessi è sintomatico del benessere psichico, quindi.. che ben vengano!
    Buona serata e un abbraccio,
    Alidada

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...