Con i crampi ai piedi

parto2

post tantum necking, post tantum petting,(obscurum) putid’uh!
caput; compiut’ah! (iterato, amore, turgore!) placenta; (delle parti del corpo!)
(distensibili! distensibile!); la pallida vedi; et nascitur! la celestiale
sala del parto; (anim’eh! distillatio); una rovina è (oh τέκνον!) il giorno!
sortitur; is (carnis); et sexum! Emerge la nera (oh! defecatio) testa!;
rosso la testa! grida!; ex uno homine; respira! oh! τέκνη! tota haec
(la violacea!) animarum; (la testa!) redundantia; redundans!
(…)
 
gli abbracciamenti, ricordi? Quel ventun giugno(in erezione!) in piazza
Chanoux, la sera; il Sandeman SC; (I nostri capelli!) semen illud!
                                                            [(G 5 numero 1)
numero 769173 A, corporale!; quell’obscoenasque quasque; la saliva!;
quel partes quasque! la saliva, il sudore; quel suis nominibus
pronuntiantes! i nostri crampi ai piedi!
(Edoardo Sanguineti, 1956-1959 il periodo cui risale la composizione della poesia.)
 
Sperimentazione linguistica tra recupero del classico e vortice freudiano, un controcanto a tutte le costruzioni del nostro io sull’amore, sulla coppia, sulla presunta felicità, sulla pate/maternità, ridotta ad atto intrusivo e defecativo.
Una prospettiva sconvolgente che non toglie nulla alla poesia della vita che nasce, espulsa da un utero o partorita da una delle menti più lucide del nostro secolo e di quello passato.
Ma non aggiungo altro. Buona lettura!
Mel
 
 

23 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. latendarossa
    Feb 07, 2006 @ 14:47:00

    Molto sperimentale. A me ha fatto pensare a tante cose…a Marinetti e al futurismo e poi…a quella battuta di Woody Allen che dice: “Provo un intenso desiderio di tornare nell’utero. Di chiunque”! 😉

    Mi piace

    Rispondi

  2. nasrudin
    Feb 07, 2006 @ 15:16:00

    quando ho iniziato a leggere la poesia, pensando che fosse tua, mi son detto: “Mel avrà probabilmente incontrato lo stesso spacciatore di Gianfranco Fini..(se non la conosci questa storia è davvero comica: Fini ha detto di aver fumato una canna in tutta la sua vita e di essere rimasto sconvolto per 2 giorni!)” poi ho letto chi è il vero papà e ho capito.
    un saluto
    Nasrudin
    che è tornato a postare grazie all’aiuto di D.V.

    Mi piace

    Rispondi

  3. madcaplaughs
    Feb 07, 2006 @ 15:58:00

    un rutto è molto più appagante

    Mi piace

    Rispondi

  4. melchisedec
    Feb 07, 2006 @ 16:45:00

    @Marcello, Sanguineti è solo in parte tributario al Futurismo; gioca con la tradizione paroliberiera, ma aggiunge la spregiudicatezza dell’impoetico e la totale rinuncia ad ogni dialogo con la cultura borghese.

    @Nasrudin, sempre birichino, simpaticamente birichino!

    @Mad, anche il rutto è una forma di espulsione dal corpo e, come tutti gli atti di siffatto tipo, è liberatorio. Sta poi alle preferenze di ciascuno.

    Mi piace

    Rispondi

  5. Raymond
    Feb 07, 2006 @ 19:47:00

    inizialmente m’è venuto in mente Hugo Ball …ma qui non si tratta solo di un gioco fonetico, se non ce lo spiegavi tu per me rimaneva “il quesito della Susy” 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  6. mariaprivi
    Feb 07, 2006 @ 19:51:00

    Ci sono dei pezzetti succosi, sulla lunga distanza penso che stanchi.
    Mi son vista un Brecht sperimentale in catalano. Un po’ scontatello. Danza, musica, canto e proiezioni. Non hanno avuto coraggio di stravolgere, anzi di volgere maggiormente. Testo recitato integro, andava tagliato. Interessante comunque.
    La Madonna del parto di Piero è quel che è. Brividi.

    Mi piace

    Rispondi

  7. marzia
    Feb 07, 2006 @ 20:33:00

    Mel sarà l’ora tarda o gli impegni di oggi ma fatico a seguire Sanguineti..:)

    Mi piace

    Rispondi

  8. marzia
    Feb 07, 2006 @ 20:34:00

    Però mi scialo con la tela di Piero della Francesca..

    Mi piace

    Rispondi

  9. cristhina6000
    Feb 07, 2006 @ 20:42:00

    splendida questa tela

    Mi piace

    Rispondi

  10. melchisedec
    Feb 07, 2006 @ 21:14:00

    Faticoso, faticoso Sanguineti! Non si può fruire immediatamente, necessita un lungo “studium” analitico e “sudato”.
    E stanchi, tutti, compreso io, per misurarsi con la spiegazione di tutti i passaggi. Me lo riservo per un momento più lucido. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  11. timeline
    Feb 07, 2006 @ 21:29:00

    Mel, perdona, ma non riesco a seguire a quest’ora.
    torno quando avrò tutti i neuroni al posto giusto.
    L’ho letta e riletta, ma per ora capisco poco…

    La tela invece è sublime 🙂

    ti abbraccio
    Blue

    Mi piace

    Rispondi

  12. alidada
    Feb 07, 2006 @ 21:56:00

    un integrale doppio mi si aggrada di più! 🙂 ..però ho percepito vagamente che si parla dei momenti del parto.. che poi sono momenti che volutamente ho messo nel dimenticatoio ;-)..
    Buonanotte Mel.. dopo due antibiotici e un po’ di cortisone il virus è stato debellato.. sia mai che stia a casa a curarmi! .. la Moratti ha bisogno di me!

    Mi piace

    Rispondi

  13. StellaCeleste
    Feb 07, 2006 @ 22:01:00

    Buona e serena notte.
    Un caro saluto
    Stellina

    Mi piace

    Rispondi

  14. gio2411
    Feb 08, 2006 @ 10:07:00

    ma perchè ho fatto la ragioneria e con te mi sento sempre un numero fuori luogo????
    un abbraccio

    Mi piace

    Rispondi

  15. ViktorNavorski
    Feb 08, 2006 @ 10:16:00

    DECISAMENTE “partorito” è l’espressione giusta… e deve avere patito anche un bel po’ di doglie… :-))))))

    Mi piace

    Rispondi

  16. DottProvvisorio
    Feb 08, 2006 @ 13:10:00

    …ugh! E’ terrificante, atro che crampi.
    Urge ricerca su internet… non saranno mica tutte così le poesie di costui, eh?
    DP

    Mi piace

    Rispondi

  17. Hyeronimus
    Feb 08, 2006 @ 18:55:00

    L’avanguardia non fa per me: indigesta!
    me ne sto in retroguardia col grosso dell’esercito;
    e anche il Piero mi lascia indifferente: nonostante sia successivo a Duccio,Giotto e Simone Martini, non mi procura le stesse emozioni…per non parlare di Van Eick, suo contemporaneo,con ben altro senso del colore e amore del paesaggio.
    Ma come dice il saggio: de gustibus non sputandum est ed io sparo a zero ma non ci sputo.
    Buona serata Mel e scusa lo sproloquio!

    Mi piace

    Rispondi

  18. melchisedec
    Feb 08, 2006 @ 19:17:00

    Sono divertito a leggere i commenti poco “carini” sulla poesia di sanguineti!
    Lui sarebbe felice, perchè lo scopo è anche quello di provocare il disgusto del lettore abituato a consumare subito l’esperienza estetica, che è invece fatica, sudore, saliva, parto, quasi come nella narratio del testo: un incontro, una “sc…ta”, una gravidanza, un parto. E poi? Solo un ricordo misto a consapevolezza. A posteriori. per la serie… ma chi ce lo avrebbe detto?

    @Dottor, quasi sempre scrive così!

    🙂 🙂 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  19. pitagox2
    Feb 08, 2006 @ 20:19:00

    Ballata delle donne

    Perchè la donna no è cielo, è terra
    carne di terra che non vuole guerra
    è questa terra, che io fui seminato
    vita ho vissuto che dentro ho piantato
    qui cerco il caldo che il cuore si sente
    la lunga notte che divento niente:
    femmina penso, se penso l’umano
    la mia compagna, ti prendo per mano.

    E. Sanguineti

    Mi piace

    Rispondi

  20. melchisedec
    Feb 08, 2006 @ 20:32:00

    Grande Giulia! GRAZIE! 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  21. vanessa2005
    Feb 08, 2006 @ 21:10:00

    Secondo me alcuni geni hanno avuto il loro apice solo in momenti di pura follia…
    sarà stato uno di questi? mah!

    Mi piace

    Rispondi

  22. harmonia
    Feb 09, 2006 @ 12:40:00

    E’ stata un’ottima lettura, ed è stata una mirabile visione, l’adorabile Madonna del Parto. Ciao! harmonia

    Mi piace

    Rispondi

  23. vera.stazioncina
    Feb 09, 2006 @ 12:51:00

    ermetica sintesi. Non facile.
    un sorriso
    veradafne

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: