COMPAGNO

                                                                                           

Ritrovo tra i commenti al post precedente un pezzo di Mariaprivi(http://mariaprivi.splinder.com), ma Lei sa leggere anche attraverso uno schermo, quindi è come se esso fosse un pezzo, un pezzo di me. Grazie, Maria! Buon godimento a chi leggerà! La foto a destra è di Francesco, scattata a Lampedusa, in basso il rimaneggiamento di una copertina-cd di Rossana Casale. MEL

quando…
quando…
quando…
quanta fatica dobbiamo fare?
quanti compromessi attivare?
quanto dobbiamo forzarci?
Diciamo che ne vale la pena, diciamo che vale la pena faticare per amore, per bene di vita.
Diciamo pure che ci si può stancare di dover far quadrare cose, diciamo che ci piacerebbe un amore da vivere semplice.
Ma aldilà dell’amore, la forza ci serve per mantenere amore di vita.
E l’esperienza serve a trovare forza di vita.

Mi piacerebbe aver compagni di strada
compagni capaci di fare
di cose complesse
cose semplici.
Mi piacerebbe avere compagni di strada
compagni con forza di vita,
a cui, ogni tanto,
ma solo ogni tanto,
potermi appoggiare.
Mi piacerebbe avere forza
di mostrare debolezza.
La fragilità la mostro,
è parte forte ed esibita di me.
Mi piacerebbe avere compagni di strada
capaci di leggere
la mia fragilità mostrata. (Mariaprivi)