Con le dita d’oro

8f1fe0737767e145cb57b9ca5543d0a7

Il sole batte con le dita d’oro,
 alle finestre. Uno squittìo sottile
 è sui tetti. Nell’orto la fontana
 ricomincia a cantare. È primavera.
 Le chiese, in alto, con le croci accese,
 i monti immensi, con le cime rosa,
 le strade bianche, con gli sfondi blu.
È primavera. È primavera. Il cielo
spiega gli arazzi delle nubi al vento.
 L’albero gemma. Verzica la terra.
Nel cortile la pergola è fiorita.
Ai balconi: le donne in veste chiara.
 È primavera. È primavera. E il mare
 ha un riso azzurro e un brivido di seta.
(Giuseppe Villaroel)
 
Oggi la natura è proprio sorridente; la poesia postata, fatta tutta di luci, di colori e di suoni non poteva essere scritta che da un poeta siciliano, che ha preso l’ispirazione dalla primavera. Essa ride in tutto il suo magico splendore in Sicilia, terra del sole e dei canti. Fanciullesca nelle immagini, letteraria nella scelta di vocaboli che stuzzicano la curiosità. Ovunque fa da leone il sole e la sua luce: i raggi, come dita d’oro, risvegliano il nostro torpore interiore, suscitano la luminosità sulle croci delle chiese, mentre le strade bianche hanno per sfondo il cielo azzurro. Le nuvole, di colore argento e oro, mosse dal vento, sembrano arazzi spiegati dal cielo e la terra è ormai coperta d’un tenue verde, che scioglie la tenerezza del nostro spirito. Anche il mare, divenuto azzurro, partecipa al riso universale ed è corso da un brivido lieve come di seta. Tutto è un palpito di suoni, di speranze che l’io osservatore proietta su quei colori.
Alacri, torniamo a sentirci ancora più parte di questo Tutto.
 
La foto è di Francesco di Lampedusa, sempre attento a farmi perdere nella bellezza dei particolari. Quei calici arancio, nella mia immaginazione, sprigionano tanta energia, pari alla forza di cui tutti necessitiamo.

30 thoughts on “Con le dita d’oro

  1. Eternamente sospesa. Questa volta attendo la mia primavera. A Napoli tarda. Sembra sempre rimandare, ma non credo sia timidezza. Piuttosto si fa desiderare. E’ il segreto di ogni bellezza. Farsi attendere per poi fare un ingresso trionfale.
    E allora l’aspetto. Con tutta la sua carica vitale…

    Mi piace

  2. Versi che t’imprigionano in una fragranza di immagini colorate che fino ad oggi sono state ricordo nostalgico…
    da te è primavera?
    beati voi!
    quì la temperatura ancora non sale e il cielo è grigio.

    Mi piace

  3. Anche qui, oggi, Melchi, c’è stata una bellissima giornata di primavera. Ero invasa dal buonumore!
    Sono curiosa, che post ti è venuto in mente di fare dopo il mio commento su “militanza”? Dimmelo, dimmelo, dimmelo.
    Vera

    Mi piace

  4. ah che bello … poesia e testo che si fondono, uniformandosi in un mirabile filmato di loro stessi.
    .. forse domani sarà un giorno migliore, e farò a meno delle pizze e delle bobine ..
    per adesso mi accontento di guardare qui.
    mica poco 🙂

    Mi piace

  5. @ 1pensiero, in ottima forma… com sempre (?)(!)

    @Vera, lo scoprirai! Non voglio commenti prima del tempo! Ah ah ah! Un sorris per te e Venezia!

    @Raymond, sei “indefinibile”! Nel senso buono! Migliore lo sarà! Tu determinalo!

    @Hiero, verrà anche da te!

    @Blue, un sorriso per te! 🙂

    Mi piace

  6. Sono indecisa se perdermi nell’arancio o nella poesia.
    Ve bene: in entrambi Mel.
    Vedo che i nostri post si somigliano, solo che io non ho scelto poesie belle come questa.
    🙂

    Mi piace

  7. La pianta mi pare appartenga alla famiglia dell’Aloe. Ha pure qualità medicamentose, il succo gelatinoso cicatrizza senza lasciare segni sulla pelle e migliora comunque l’aspetto e la luce dell’epidermide.

    Mel, qui la Primavera non si affaccia e mi fa triste, stancamente inquieta.
    Bisogno, più che voglia di colore.
    Ho indossato un golf giallo carico, ma non basta a portare sole e dolcezza di calore.
    Mandami un abbraccio profumato della mia terra.

    Mi piace

  8. Dietro l’aloe cosa c’è?
    Solo un oleandro o addirittura una pomelia?
    Sai, ne ho avuta una di pomelia, ed era arrivata a fiorire per due anni di seguito, poi un inverno piovoso me l’ha uccisa. La rimpiango, moltissimo. Qui non si trova.

    Mi piace

  9. Risveglio di primavera – e proviamoci,a sorridere… 🙂
    ot: sì che puoi riportarlo anche tu sul tuo blog, il grafico (quando funzionerà di nuovo il sito, pare sia stato sommerso di visite) basta cliccarci sopra col tasto destro del mouse, vai su PROPRIETA’ e copi l’url e il gioco è fatto! 🙂

    Mi piace

  10. * Grazie a tutti!

    @Maria, è un oleandro; nessuna pomelia. Quest’ultima è proprio disgraziata! Non c’è modo per farla attecchire tra i vasi della mia terrazza; o meglio c’è un fusto, ma sembra defunto!
    GR GR GR GR GR GR !

    Mi piace

  11. beh .. Mel, sai
    non sono ancora il “ministro dei temporali” 🙂
    e ti confesso una cosa, ieri avevi avvisato tutti che oggi sarebbe stata primavera, e come al solito io me ne sono ampiamente scordato ..

    Mi piace

  12. Profumo di sicilia lo conosco bene..ma i fiori in boccio della mia pianta di aloe devono ancora schiudersi.Sono pronti però come i fiori del resto del mio giardino stanno per esplodere come fuochi d artificio per salutare la bella calabria.Qui soffia un vento di scirocco che increspa il mare dello stretto,ma profuma laria tiepida di viole,fresie e giacinti.Un saluto da una tua conterranea

    Mi piace

  13. ben tornato, amico mio

    Notturno nuziale
    -Ada Negri

    Quando tu venisti, una notte, verso il suo letto, al buio,
    e le dicesti, piano, già sopra di lei: Non ti vedo, non ti sento.
    E la ghermisti con artiglio d’aquila, e tutta la costringesti nella tua forza
    riplasmandola in te con tal furore ch’ella perdette il senso d’esistere.
    E uno solo in due bocche fu il rantolo e misto fu il sangue e fu il ritmo perfetto,
    e dal balcone aperto la notte guardava con l’occhio d’una sola stella
    rossastra,
    e il sonno che seguì parve la morte, e immoti come cadaveri
    la tristezza dell’ombra vi vegliò sino all’alba.

    seguimi anche su

    ImagoRomae

    666coseproibite

    Ipereye

    Mi piace

  14. Scusami Mel, ma protesto contro OT (leggi Iperio) fuor di luogo con il post; è accaduto anche da me e non lo trovo corretto.
    Peccato perchè ImagoRomae sarebbe interessante, ma non è questo il modo di farsi pubblicità. Non, soprattutto, in post come i nostri, tematici.
    Scusami…mi conosci e spero che mi perdonerai.
    Cavolo, almeno la fatica di postare un commento in tema!!!!!!!!!!

    Mi piace

  15. Maria cara, più volte, all’inizio dell’esperienza bloggara, ho esortato chi passa a tentare di attenersi al tema del post, però talvolta si rimane inascoltati. Non voglio urtare la sensibilità di nessuno, anche perchè i commenti sono permessi a tutti, insomma sono liberi. Mi affido alla sensibilità e all’intelligenza di chi legge, che avrà la sensibilità e l’intelligenza di non trascurare le “mie”. Sul profilo mi pare di essere chiaro.
    🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...