N D P

Sempre spazzatura? No. E do la risposta
con sicurezza, poiché ci sono pagine televisive degne di essere sfogliate. È successo ieri sera con LA 7, forse tra le poche tv laiche nel circuito televisivo italiano; e forse non è una questione di palinsesto, ma di chi lo connota con la sua professionalità. Ho seguito con molto interesse NDP(Niente di personale), programma condotto dallo speaker/giornalista di tg LA7, Antonello Piroso; garbato, rispettoso, ironico ma non pungente, rende protagonisti gli ospiti e lo spettatore, lasciando lo spazio per il dubbio, la discussione, il dialogo.
Tre, in modo particolare, le tessere di rilievo, la pornostar Federica Zarri, Agnese Moro e un certo Silvano Agosti.
La Zarri, bellissima e affascinante ragazza, lombarda, laureata negli States, indecisa nel suo eloquio tra la dizione italiana e quella americana, ha parlato della sua passione, il piacere dell’eros; candidamente ha dichiarato che fa per piacere quello che tutte le donne fanno. Chi col proprio marito, chi col proprio uomo. Per lei è anche una professione.  Il fidanzato, stando a quanto ha dichiarato, ha accettato che lei possa saltare da un letto ad un altro. Il piacere e la passione per la propria professione diventano indice di dignità e cade ogni falso moralismo.
Agnese Moro, pacata e paciosa, ha tratteggiato l’aspetto umano del padre, l’essere un grande non solo sul piano politico e istituzionale (oggi anche storico), ma anche su quello umano. Agnese non scorderà mai la mano del genitore stretta nella propria prima di addormentarsi, e le raccomandazioni alla famiglia quando Moro, come statista, era impegnato lontano da casa:<<Avete chiuso il gas?>> domandava puntualmente ogni sera.
 Se si è grandi, lo si è soprattutto nel quotidiano.
Infine Silvano Agosti, autore di “Lettere dalla Kirghisia”(mi pare), che ha affascinato e stupito con le sue dichiarazioni :<<Improvvisamente ho assistito al miracolo di una società nascente(quella kirghisa), a misura d’uomo, dove ognuno sembra poter gestire il proprio destino e la serenità permanente non è un’utopia, ma un bene reale e comune>>, o <<al massimo lavoro tre ore al giorno>>, evidenziando che tutti i canali sociali entro cui si muove l’uomo tolgono tempo alla voglia di vivere e all’autenticità dell’esistenza.
Utopia e quotidiano si abbracciano.
Insomma, e non me lo sarei mai aspettato, Piroso mi ha tenuto incollato alla tv per più di un’ora. E ce ne vuole!
Bravo, Antonello!

7 pensieri su “N D P

  1. ma “La7” riserva spesso simili sorprese, a cominciare dal mattino con una lettura ragionata dei giornali e gli spazi di approfondimento affidati a Piroso stesso o a Rula Jebreal. Ed autentiche chicche serali, come quella che citi o, fino ad un mese fa, “Le invasioni barbariche”.
    Se solo solo avesse più libertà d’azione…..

    "Mi piace"

  2. facendo un pò zapping anch’io mi sono imbattuto su Antonello Piroso con Agnese Moro.
    Pensavo, “ma è la figlia o la vedova ?” non mi ricordavo più .. poi fatti due rapidi conti ho risolto il lapsus, e nell’ascoltare, ci ho messo più attenzione.
    Sì, bravo Antonello e concordo anche con Alidada. non c’è molto di meglio sull’etere pubblico ormai 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...