Sia luce!

L’uomo, capace di creare luce, proprio in base alla potenza dell’altra artefice, la natura, può, con atti di regressione nella barbarie, tentare di spegnere il cammino della civiltà. È una lotta titanica, ma la luce non si spegne, perché il tracciato è nella memoria.Storica e personale. Non c’è un’evoluzione d’esclusiva pertinenza della natura.C’è il cammino dell’uomo, il suo progredire. La luce, il futuro, la speranza, la possibilità. 
(Questa la mia interpretazione, chissà se è veramente così nella mente del fotografo!)
 
Gen 1:1-5 Nel principio Dio creò i cieli e la terra.
2 La terra era informe e vuota, le tenebre coprivano la faccia dell’abisso e lo Spirito di Dio aleggiava sulla superficie delle acque.
3 Dio disse: «Sia luce!» E luce fu.
4 Dio vide che la luce era buona; e Dio separò la luce dalle tenebre.
5 Dio chiamò la luce «giorno» e le tenebre «notte». Fu sera, poi fu mattina: primo giorno.
 
(La foto è stata scattata da un mio conoscente; devo ammettere che è davvero in gamba. )

19 pensieri su “Sia luce!

  1. “Il suo progredire”.
    Io non ho alcuna fiducia in tale idea-categoria del progredire umano.
    Il cammino della civiltà è spesso istintivamente percepito come un cammino in avanti, quasi verso una meta (quale?).
    Che dire, non ci credo. Non sarebbe una forma mentis che applicherei ad una ricerca storica dia mpio respiro.
    Che, tuttavia, resti nel nostro sentire istintivo l’idae dell’avanzare è bello, senza dubbio.
    In tal senso, un po’ ti invidio.
    Io guardo e vedo un andare in circolo, o a zonzo. E non è detto che sia male…

    "Mi piace"

  2. Non c’è un’evoluzione d’esclusiva pertinenza della natura.C’è il cammino dell’uomo, il suo progredire. La luce, il futuro, la speranza, la possibilità.
    Mi trovo molto, molto d’accordo con questo concetto.
    A ondafrangente dico la mia personale opinione: è vero, spesso si è parlato o si parla di “progresso” in modo ideologico, fuorviante; però credo abbia senso parlare di un progredire. Tutti noi nella nostra vita “avanziamo” dall’infanzia alla vecchiaia accumulando una serie di conquiste, scoperte, conoscenze, valori. Non si può negare che questo sia un “progresso”; in grande, lo si può applicare al “cammino dell’umanità”, secondo me. Vedremo cosa ne pensa Mel! 🙂

    "Mi piace"

  3. Come sono stupende le parole della Genesi. Quasi come quelle del Vangelo secondo Giovanni. A proposito della luce… quella fotografia con le candele finte, mi fa venire in mente un episodio: a febbraio, quando mio marito è sopravissuto incolume a un incidente d’auto, è voluto andare in Chiesa per accendere un cero…. io l’ho accompagnato. E nota bene che, in condizioni normali, in Chiesa non mettiamo mai piede. La cosa strana è che abbiamo dovuto girare QUATTRO CHIESE prima di trovarne una con le candele vere!!! erano tutte dotate di candele elettriche, cosa che ci ha disgustato e non ci pareva vera. Accendere una candela elettrica, via, non ha sugo! altro che la chiesa di Santa Eulalia a Barcellona, dove ho visto candelieri spaventosi con almeno cinquecento candele vere, splendidamente fiammeggianti….. il progresso non va mica bene in OGNI SETTORE!

    "Mi piace"

  4. E’ molto bello trovare questo post (che condivido in pieno) oggi da te, la luce si fa spazio e annulla le tenebre, e quella luce la accendiamo ognuno nel proprio cammino. Sorrido perché oggi siamo tutti allineati e questo “illumina”. 😉 Un bacio grande Mel.

    "Mi piace"

  5. Davvero bella la foto, ha colto l’attimo, mettiamola così. Molto interessante anche quel che dici. Io, dal mio punto di vista, penso che piuttosto che separare uomo/natura mi limiterei a distinguerli. Ma non a vederli tutto sommato come 2 antitesi. L’uomo è natura, la natura è storia. Non identificherei la barbarie con natura. Pensiamo al concetto di “calamità naturale” che serve unicamente a camuffare eventuali responsabilità civili cioè umane. Che un vulcano erutti e un fiume straripi dal proprio argine è un fatto naturale. Le conseguenze nocive all’umana specie sono una conseguenza del malaffare umano.
    Nella visione biblica prevale invece – ed è legittimo che sia così – lo spirito sulla lettera. Creazione (dal nulla) che è diverso dal generare.

    "Mi piace"

  6. @Onda, Flalia, LettriceM,Marcello…
    Contemporaneamente è un progredire lineare e ameboico; non credo si possa mettere in dubbio l’evoluzione dell’umanità sul piano della civiltà, mi riferisco non solo alla cultura materiale, ma anche a quella “spirituale”, quasi sovrastrutturale. Tuttavia c’è anche un movimento “ameboico”, soprattutto quando l’Uomo si inceppa e lo dimostra la storia giorno dopo giorno. Guardato al microscopio delle nostre vite, talvolta non c’è alcun progredire, ma solo un muoversi impazzito, incomprensibile, oscuro. Sicuramente grande impulso è dato a noi dall’Idea del progredire, che dà speranza, la speranza del miglioramento. Io non riesco a rassegnarmi all’Ameba del mondo. Un senso deve esserci, a costo di arrivare poi a scoprire il nulla, ma almeno il cammino è valso soprattutto perchè la ricerca, non spasmodica, ci ha resi vivi.
    Anche la natura procede come l’umanità, ha i suoi voli(iuxta propria principia), ha i suoi vomiti. Natura e civiltà mi piace pensarli accomunati dal movimento.
    🙂

    @Ombra, lo sai che sei una continua fonte di ispirazione? Da tempo rimuggggino un post sulle candele! 🙂

    @Flimsy, buona esplorazione! 🙂

    "Mi piace"

  7. dalla luce al suono, a macchia d’olio normalmente si sperequano gli elementi più puri ed essenziali. A cosa può portare non è dato certo a me sapere, spesso tutto questo mi ricorda una sorta di “fiera delle atrocità ricostruita col semilavorato”. Materiale mistificato nella composizione ed abusato senza soluzione di continuità, perchè è già impacchettato e pronto allo smercio quotidiano.
    E tutto questo prorio laddove si dovrebbe lasciare il “vivo della materia” allo stato integro, senza manipolazioni di sorta.
    Dice bene Ombraserena, ma ci metto il carico da 11, nella MAGGIOR parte dei settori il progresso non va bene .. o forse ho solo lavorato troppo e suono fuori tema..
    Ps. azzeccatissima la foto !

    "Mi piace"

  8. posso scrivere una gran cavolata?
    Ho letto le parole che hai scritto e poi ho osservato la foto postata ( bellissima davvero), ma non ho capito il nesso: o la foto è posta in modo ironico rispetto al testo scritto o è scollegata dal testo.
    Tu scrivi:”C’è il cammino dell’uomo, il suo progredire”. Scusa, ma a te sembra che in/da questa foto emerga il progredire dell’uomo? ( spegnere candele fatte da lampadine? 😉 non capisco…
    se mai a me pare l’illusione di un progresso nonostante il regresso…ma è un discorso lungo…
    un sorriso
    veradafne

    "Mi piace"

  9. @Ray, la prossima volta avvertimi! Mi munisco di decodificatore! Ah ah ah! La stanchezza, la stanchezza… che acuisce i neuroni, ancora di più, di più.
    🙂

    @Verastazioncina, spara tutto ciò che credi! 🙂
    La luce delle lampadine è o non è frutto della civiltà umana? Come può l’uomo tentare di “spegnere” la civiltà che avanza? Chiaramente la luce elettrica è uno dei numerosi simboli del progredire, ma qui va spogliato del suo senso fisico. In quella luce artificiale c’è l’ingegno umano, la sua capacità di creare.

    "Mi piace"

  10. Il tuo discorso m’incuriosisce. Sto proprio lavorando sui temi di cultura e civiltà. Civiltà come cultura materiale e cultura in senso più simbolico (penso però anche al francese dove civilisation è l’equivalente del nostro “cultura” e culture sta per il nostro “coltura”)?

    "Mi piace"

  11. d’accordo.
    Ma “ingegno umano, capacità di creare” = civiltà? forse manca un passaggio… o si dovrebbe spiegare meglio cosa si intende per “civiltà”.
    O forse sono stanca io, data l’ora tarda…
    un sorriso
    veradafne

    "Mi piace"

  12. “Ingenium” prevede la ricerca, il cercare, il trovare sempre nuove vie di esperienza e di conoscenza, mentre mi pare che per gli animali non si possa dire la medesima cosa; il loro adattarsi è dettato dai condizionamenti ambientali.
    Nel momento in cui l’uomo cerca e sperimenta, stratifica su di sè “strati” di civiltà, che non possono essere cancellati se non con atti di barbarie. Quest’ultima fa arrestare il progredire e, nello stesso tempo, è impulso per un nuovo traguardo. Una tensione infinita, direi. La civiltà tocca anche la cultura, il “colere” latino. “Colere”, “cultum”, cultura, coltura… parenti sono. 🙂

    Sì, Marzia, geniale! 🙂

    "Mi piace"

  13. Mi sono soffermata sulla foto e penso che questo uomo non ami la luce.
    Porta gli occhiali scuri e si ostina a spegnere candele elettriche, pur sapendo che non ci riuscirà mai, con un semplice soffio.
    Ti chiedo scusa se ho asserito una stupidaggine, questo è quello che ho provato.

    "Mi piace"

  14. La luce è qualcosa che non conosciamo, un Mistero: il sole, le stelle, la luna.
    Farne riproduzione è orgoglio e saccenza… spegnerle è un istante, tenerle spente non funziona.
    Quale sia il simbolo ed il mezzo, resta il mistero della fiamma.
    Soffia sulle lampadine perché non ricorda le candele, eppure il gesto è quello che nei secoli è stato.
    ^.^ abbastanza peculiare?

    "Mi piace"

  15. Ma non bastò dividere la notte dal giorno.. c’era bisogno di segni che rischiarassero il cammino, e allora:

    Dio disse: «Ci siano luci nel firmamento del cielo, per distinguere il giorno dalla notte; servano da segni per le stagioni, per i giorni e per gli anni e servano da luci nel firmamento del cielo per illuminare la terra». E così avvenne: Dio fece le due luci grandi, la luce maggiore per regolare il giorno e la luce minore per regolare la notte, e le stelle. Dio le pose nel firmamento del cielo per illuminare la terra e per regolare giorno e notte e per separare la luce dalle tenebre. E Dio vide che era cosa buona…
    Ma il “molto buona” lo lasciò per l’uomo a cui regalò poi tutto perchè potesse essere felice.

    Un saluto

    Black

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...