Antuono

Antuono e i porci

 

Ho dato una sbirciata al calendario e stamani ho pure letto che il martirologio riporta come santo Antonio Abate, fondatore del monachesimo cristiano in Oriente, ma apprendo in questo momento, dal blog dei Tresnovios, che egli è il protettore degli animali domestici.

 

Copio e incollo dal web:

santonioabate«Sant’Antonio tuttavia è considerato anche il protettore degli animali domestici, tanto da essere solitamente raffigurato con accanto un maiale che reca al collo una campanella. Il 17 gennaio tradizionalmente la Chiesa benedice gli animali e le stalle ponendoli sotto la protezione del santo.

La tradizione deriva dal fatto che l’ordine degli Antoniani aveva ottenuto il permesso di allevare maiali all’interno dei centri abitati, poiché il grasso di questi animali veniva usato per ungere gli ammalati colpiti dal fuoco di Sant’Antonio. I maiali erano nutriti a spese della comunità e circolavano liberamente nel paese con al collo una campanella».

 

A questo punto non mi resta che augurare giorni sereni ai vostri animali domestici.

Io non ne ho, ma immagino che i blogger ne abbiano.

12 thoughts on “Antuono

  1. Artemis e Ninphadora ringraziano ^__^
    Aggiungo che qui in Toscana (ma ci saranno anche altrove, immagino) abbiamo la Benedizione degli Animali, il giorno di sant’Antonio a Cercina, poco fuori Firenze: stormi di persone arrivano con i loro cani, le loro tartarughe, i loro cavalli, i loro furetti, pony, ciuchini etc…. e, molto raramente, con i loro gatti. Infatti anch’io ci sono andata per accompagnare amici che desideravano far benedire la loro cagnolina e la loro cavalla… ma mi sono ben guardata dal portarmi dietro le gatte, che di sicuro avrebbero infelicitato l’intera compagnia.

    Mi piace

  2. Murasaki, io dalle mie parti non so dove benedicano gli animali e se sia usanza farlo, a dire il vero.
    Deduco che Artemis e Ninphadora siano le tue gatte, che bei nomi!
    I gatti non vengono portati perché irrequieti?

    Mi piace

  3. …sì, è evidente che non hai gatti ^__^

    Diciamo che un gatto in macchina di solito è un bel tormento, e un gatto portato in giro ne fa una vera tragedia e ti tiene il muso per giorni.
    C’è qualche eccezione, naturalmente.

    Mi piace

  4. Da queste parti c’è la gloriosa fiera di Sant’Antonio…
    Sarà il protettore degli animali, ma i banchi più gettonati sono quelli che vendono panini con la porchetta, prosciutti e salsicce di cinghiale…
    Meglio quelli comunque dell’olezzo nauseabondo delle zeppole e il profumo dei brigidini….

    Mi piace

  5. Adoro le immaginette ( son cose da mercatino, ne farei un enorme ex voto da incorniciare in salotto).
    Il protettore del cane è però San Rocco.
    A San Rocco di Camogli, in Liguria, ogni anno si premia il cane più buono dell’anno 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...