Ormai va di moda essere nominati commissari agli esami di stato e non presentarsi; se si vuole accettare come legittima l’argomentazione di chi ritiene che gli esami siano una noia, è invece inammissibile sul piano economico. Siamo o non siamo in un periodo di recesso/stagnazione/crisi? Cinquecento euro non possono essere utili anche per pagarsi mezza vacanza o un biglietto aereo? O bisogna essere pagati duemila euro per correggere i compiti(per chi ha lo scritto) e interrogare? Io certe cose proprio non le accetto. Evidentemente i commissari che disertano hanno altri introiti. La favoletta della noia io proprio non me la bevo. Soltanto un modo per carezzarsi l’ego. Di risate, però, si può anche morire.

Non stupisca dunque l’ira funesta dell’agguerrito ministro Brunetta!

9 pensieri su “

  1. Mel,
    io non vorrei fare Provolino, quello di:” boccaccia mia statte zitta!”, ricordi? Però penso che la risposta alla domanda tu te la sia data da solo, con le ripetizioni a 30 € l’ora, per esempio, si guadagna di più senza nemmeno la seccatura di doversi spostare da casa!
    Magari se nelle scuole mettessero l’aria condizionata… 🙂
    lory

    "Mi piace"

  2. @Lory, in alcune scuole c’è l’aria condizionata, ma sono casi sporadici. Poi c’è sempre qualcuno a cui dà fastidio.
    grgrrrrrrrrrrrrrrrrr
    Non bastano, a mio parere, le lezioni private a giustificare la diserzione, saranno i PON PIN POR PUR…
    🙂

    "Mi piace"

  3. La diserzione senza reale motivo è comunque una colpa, è mancanza di professionalità, di senso del dovere. Ciò non toglie che, quando non nominato,tiri un bel sospiro di sollievo, perchè gli esami sono impegnativi anche per i commissari.Mi piace e sono quasi contento invece, da interno, poter accompagnare i miei studenti sino alla conclusione.Buon Lavoro!

    "Mi piace"

  4. A volte leggerti scatena pensieri a rottadicollo…
    non sono insegnante ma non posso darti torto … magari, non so, il trasferimento è più caro del compenso? Se così non fosse, come “extra” (anche se lavorato) non lo trovo malaccio.
    Quanto alle lezioni… le trovo una truffa degna di radiare i docenti dall’insegnamento, naturalmente mi riferisco a quelle in nero (spesso “aiutate” dagli stessi titolari, che spaventano i ragazzi per mandarseli a vicenda…).
    Infine Brunetta… ammirevoli gli intenti, pessimi i metodi. Eppoi ero convinta fosse simpatico, invece è ‘ntipaticissimo!
    Cassandra

    "Mi piace"

  5. Sono ASSOLUTAMENTE d’accordo, Mel. Io gli esami cerco di farli sempre, mi piace farli, non c’è lo stress delle lezioni durante l’anno. E cinquecento euro vale sempre la pena averli in tasca.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...