Festival della Legalità

villa_Filippina

(Villa Filippina, Palermo)

Ieri mattina con i miei allievi di quinta siamo stati a lezione a Villa Filippina, che ospita dal 5 al 10 ottobre il Festival della Legalità , giunto alla seconda edizione.
In cattedra sono saliti Ficarra e Picone, il cantante rap Othello Man e un imprenditore siciliano, un ingegnere chimico che, sfruttando dei fondi regionali, ha creato dal nulla un’azienda di materiali plastici… nel comasco.
Il titolo della lezione “Cu nesci arrinesci”, ossia “chi esce(dalla propria terra) riesce(nella vita)”.
Othello Man è stato abbastanza esplicito, anche con il suo lessico amiciaro e ruffiano, condito da qualche parolaccia colorita: si è detto ai ragazzi che non sempre è necessaria la raccomandazione per sfondare nel campo dello spettacolo e che, se proprio si deve lasciare la propria terra in cerca di fortuna, è sempre meglio farvi ritorno per dare ad essa un contributo.
Dello stesso parere Ficarra e Picone, la cui simpatia è contagiosa; i due comici hanno sottolineato quanto conti per loro, a livello artistico e personale, non recidere le radici con Palermo e hanno detto che, raggiunto il successo, avrebbero potuto prendere casa a Milano o a Roma, invece hanno scartato questa possibilità.
Meno clamorosa ma più esemplare la vicenda dell’ingegnere chimico-imprenditore che, senza avere alle spalle una famiglia che conta, è riuscito a creare un mezzo impero economico nel comasco.
Ci ha rivelato che le difficoltà maggiori le ha riscontrate con i dipendenti lombardi che a malincuore accettavano di avere un capo siciliano e un capacissimo dirigente tecnico rumeno.
La lezione si è conclusa con un pezzo rap di Othello Man su don Padre Puglisi e con l’arrivo dei giocatori del rugby Palermo; gli atleti hanno spiegato quanto il rugby aiuti i giovani nell’incanalare positivamente le energie fisiche e spirituali.
Nei prossimi giorni, tra gli altri,  animeranno il Festival della Legalità Marco Risi, Giancarlo Caselli, Antonio Ingroia e Roberto Alajmo.
Ma io e i ragazzi saremo in classe, dove continueremo a parlare di legalità e soprattutto ad agirla.

http://www.youtube-nocookie.com/v/aeCbw5h7vOA&hl=it&fs=1&rel=0&color1=0x234900&color2=0x4e9e00&border=1

Ecco l’ingresso dei due comici!

7 pensieri su “Festival della Legalità

  1. Che bell’incontro; io trovo sempre molto utile ascoltare le testimonianze di chi ce l’ha fatta… almeno a me personalmente aiuta molto. Sul momento ho trovato un po’ triste il titolo dell’incontro, poi ho pensato che gli si poteva dare anche un significato positivo (uscire dalla propria terra e affermarsi “fuori” può essere un’esperienza molto arricchente anche dal punto di vista umano, anziché rinserrarsi ognuno a casina sua). Però mi ha fatto venire in mente anche alcune conversazioni con studenti fuori sede… qui vengono moltissimi studenti da altre città, molti dal sud. E la maggior parte, una volta laureata, cerca di restare qui perché c’è più lavoro. Il risultato è che per es. per quanto riguarda i servizi educativi qui ormai c’è una saturazione, mentre ci sono intere province del sud che ne sono a volte del tutto prive. Discutendo di questo con alcune ragazze lucane, tempo fa, loro mi hanno detto che avrebbero voluto, sì, tornare nella loro regione e impiantare lì, per es. una ludoteca; ma la ritenevano un’impresa impossibile (mancanza di fondi, di strutture, di interesse ecc.). Quindi restavano a Bologna, ma loro stesse la vedevano come una sconfitta, primo perché così casa loro continuava a restare senza servizi, secondo perché avrebbero preferito tornare a casa anziché restare qui dove non si trovavano umanamente molto bene… Perciò io reputo il riportare “a casa” la propria professionalità come un valore importante.

    "Mi piace"

  2. Bellissima lezione di vita! Sono arcicontento per l’imprenditore che ha trovato successo qui al nord. Immagino le difficoltà create dai comaschi che, si sa, sono piuttosto diffidenti e persino… ottusi. Adesso vi tocca (ci tocca, per la verità) la parte più complessa della legalità che è riconoscerla indispensabile nella vita di tutti i giorni. E agirla appunto.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...