Amplessi spirituali

Vorrei parlare di un tipo di relazione amorosa immaginaria, che si consuma all’interno delle parrocchie e delle sagrestie siciliane; soltanto di queste ho qualche dato, anche sulla base di ciò che mi viene raccontato, perciò non posso estendere la mia analisi all’intero territorio nazionale.

La denominazione ufficiale di siffatta relazione è figliolanza spirituale: un sacerdote offre assistenza spirituale paterna a unfiglio o a una figlia che, ad un certo punto del processo di conversione, ritengono opportuno farsi guidare da un ministro cattolico, onde fruire di un appoggio lungo il percorso accidentato della fede.

E fin qui non c’è proprio nulla da obiettare, se è vero che ciascuno di noi, nelle forme ritenute a sé più congeniali, elegge qualcuno ad assistente spirituale, a volte senza neanche rendersene conto: può essere l’istruttore di palestra come il cantante preferito, l’amico del cuore o il capo di un partito.

Figliolanza spirituale è espressione linguisticamente sentita pura e innocente, perché evoca nell’immaginario uno dei prototipi cardine delle numerose relazioni che gli esseri umani possono stabilire anche sul piano reale, ossia quella che vede legati reciprocamente padre e figlio/a.

Tuttavia, talvolta la figliolanza spirituale innesca, sul piano immaginario, tra padre spirituale e figlia/o una relazione amorosa, eterosessuale oppure omosessuale, che assume le stesse movenze di una reale relazione a due, che quasi mai però prevede si consumi sul piano fisico.

I figli spirituali sono pronti a tutti, anche al martirio, pur di spalleggiare, idolatrare, difendere ed esaltare il proprio padre spirituale/amante: lo seguono ovunque, in parrocchia e in sagrestia, ai convegni, alle messe per i sani e i malati, per i rinnovati dello spirito e per le milizie mariane, scambiano sms e diventano amici su FB, vanno in vacanza insieme con il pretesto del ritiro spirituale. Se, destino infame, un parroco viene trasferito presso altra sede, le figlie si sentono tradite e dichiarano guerra al vescovo, si piazzano nella parrocchia di destinazione del padre spirituale e riempiono di improperi e offese le nuove parrocchiane, invocano il dono dell’ubiquità per seguire il padre ovunque egli vada.

E non è finita qui.

Di solito almeno due sono i sacerdoti di una parrocchia, perché c’è troppo da fare e uno non basta. I figli e le figlie si informano preventivamente se dice messa questo o quel sacerdote, perché, se celebra il padre amante, vanno a messa, altrimenti rinunciano o rimandano; la stessa cosa avviene per i chierichetti adulti e adolescenti. A stuolo se c’è il padre amante, a cui baciano finanche la mano, o, nel caso in cui non sia così, il povero sacerdote di turno è costretto a dir messa da solo.

Insomma la composizione dei fedeli in chiesa è in funzione della presenza dell’idolo.

Ci sono poi le scenate di gelosia, gli ammutinamenti, le vendette silenziose, i dispetti, sia dall’una, sia dall’altra parte.

Li dovreste vedere, padre e figlio/a, quando fra loro non c’è burrasca: i loro sguardi si beano in veri e propri amplessi spirituali.

14 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. altarf
    Ott 27, 2010 @ 15:04:00

    Sono allibita!
    Qui nel Veneto si fatica a trovare un prete che ti confessi (almeno in certe parrocchie) e in Sicilia ci sono perfino i "padri spirituali"? Credevo fosse oramai una figura scomparsa. Ben venga , a questo punto , la penuria di sacerdoti, che ci obbligherà tutti a pensare con la nostra testa !
    Comunque ho sentito che  anche nella mia diocesi ci sono di queste "simpatie". Nella parrocchia che frequento non sono , per fortuna, così evidenti. Altri motivi di scontentezza e dissapori vari  ci sono , invidie e gelosie pure.  Comunque spero  che la maggior parte dei fedeli frequenti  la chiesa per  motivi più sani e produttivi.
    Ma quando crescono , questi figli spirituali, cosa fanno ? 

    Saluti a tutti,

    Ornella 

    Mi piace

    Rispondi

  2. altarf
    Ott 27, 2010 @ 15:04:00

    Sono allibita!
    Qui nel Veneto si fatica a trovare un prete che ti confessi (almeno in certe parrocchie) e in Sicilia ci sono perfino i "padri spirituali"? Credevo fosse oramai una figura scomparsa. Ben venga , a questo punto , la penuria di sacerdoti, che ci obbligherà tutti a pensare con la nostra testa !
    Comunque ho sentito che  anche nella mia diocesi ci sono di queste "simpatie". Nella parrocchia che frequento non sono , per fortuna, così evidenti. Altri motivi di scontentezza e dissapori vari  ci sono , invidie e gelosie pure.  Comunque spero  che la maggior parte dei fedeli frequenti  la chiesa per  motivi più sani e produttivi.
    Ma quando crescono , questi figli spirituali, cosa fanno ? 

    Saluti a tutti,

    Ornella 

    Mi piace

    Rispondi

  3. melchisedec
    Ott 27, 2010 @ 20:10:00

    @Ornella, la figura del padre spirituale è diffusa in Sicilia, eccome!

    Mi piace

    Rispondi

  4. altarf
    Ott 27, 2010 @ 20:44:00

    Guarda , Mel,
    devo confessarti che sempre più di frequente scopro in me una radice di Luteranesimo. 
    Che sia per via del mio nonno, friulano, ma nato in Prussia, dove i suoi genitori erano emigrati ai primi del '900? 

    Con simpatia ( anche in senso etimologico), 

    Ornella 

    Mi piace

    Rispondi

  5. altarf
    Ott 27, 2010 @ 20:44:00

    Guarda , Mel,
    devo confessarti che sempre più di frequente scopro in me una radice di Luteranesimo. 
    Che sia per via del mio nonno, friulano, ma nato in Prussia, dove i suoi genitori erano emigrati ai primi del '900? 

    Con simpatia ( anche in senso etimologico), 

    Ornella 

    Mi piace

    Rispondi

  6. pandora20
    Ott 27, 2010 @ 22:26:00

    Io non sono molto pratica, ma ho l'impressione che dalle mie parti questa figura di 'padre spirituale' sia abbastanza latitante! La tua Sicilia mi piace sempre più, così intensa e brulicante di 'vita'; per un attimo, quest'anno, ho sperato di proporre il viaggio di istruzione proprio là, mi sarei anche proposta come prof accompagnatrice, invece la commissione gite ha fornito un  'pacchetto' bello e pronto per Lisbona.

    Mi piace

    Rispondi

  7. pandora20
    Ott 27, 2010 @ 22:26:00

    Io non sono molto pratica, ma ho l'impressione che dalle mie parti questa figura di 'padre spirituale' sia abbastanza latitante! La tua Sicilia mi piace sempre più, così intensa e brulicante di 'vita'; per un attimo, quest'anno, ho sperato di proporre il viaggio di istruzione proprio là, mi sarei anche proposta come prof accompagnatrice, invece la commissione gite ha fornito un  'pacchetto' bello e pronto per Lisbona.

    Mi piace

    Rispondi

  8. melchisedec
    Ott 28, 2010 @ 05:48:00

    @Non so, Ornella; penso, però, che sia da demonizzare l'atteggiamento falso, a prescindere dal fatto che sia un prete cattolico, un induista o uno sciamano.

    @Ci si stupisce continuamente in Sicilia, Pandora.  

    Mi piace

    Rispondi

  9. melchisedec
    Ott 28, 2010 @ 05:48:00

    @Non so, Ornella; penso, però, che sia da demonizzare l'atteggiamento falso, a prescindere dal fatto che sia un prete cattolico, un induista o uno sciamano.

    @Ci si stupisce continuamente in Sicilia, Pandora.  

    Mi piace

    Rispondi

  10. gipsy2007
    Ott 30, 2010 @ 15:27:00

    Trovo davvero qualcosa di perverso in tutto questo, da come la racconti.

    Mi piace

    Rispondi

  11. utente anonimo
    Ott 31, 2010 @ 11:21:00

    ho sorriso leggendo..
    quant'è vero caro Mel
    un caro saluto da una blogger latitante :)))))
    daphnee

    Mi piace

    Rispondi

  12. utente anonimo
    Ott 31, 2010 @ 11:21:00

    ho sorriso leggendo..
    quant'è vero caro Mel
    un caro saluto da una blogger latitante :)))))
    daphnee

    Mi piace

    Rispondi

  13. melchisedec
    Ott 31, 2010 @ 19:26:00

    Gipsy, Daphynee, ho osservato e interpretato; perverso il tutto? Era questo lo scopo del post.  

    Mi piace

    Rispondi

  14. melchisedec
    Ott 31, 2010 @ 19:26:00

    Gipsy, Daphynee, ho osservato e interpretato; perverso il tutto? Era questo lo scopo del post.  

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: