La "scola" di Gertrude

Quando si tratta di approntare una verifica scritta su "I Promessi Sposi", mi si abbarbica dentro una specie di sacro timore e reverenziale rispetto per Alessandro Manzoni. Il mio è per lui un amore-odio che non sono mai riuscito a separare bene, è come quei matrimoni vecchio stile, in cui marito e moglie si pizzicano per un nonnulla, si detestano giusto il tempo di sbollire l'ira e poi, rasserenati, ritornano di nuovo complici e amanti più di prima.
Le guide dei libri di testo abbondano così tanto di esercizi, che la scelta dovrebbe essere piana, ma le proposte mi lasciano quasi sempre scontento; escluse a priori le domande che prevedono risposte multiple, si aprono scenari che, in sede di correzione, potrebbero rivelarsi drammatici: ad esempio, innumerevoli sono gli spunti per tracce di temi, ma il rischio è la banalizzazione dei contenuti con inevitabili forzature e addizioni culturali contemporanee. Un'altra opzione potrebbe essere costituita dal classico questionario, ma è noioso correggerlo. Proporre approfondimenti storico-culturali è naufragio certo, considerato che sono ragazzi di secondo anno.
Mi seduce, invece, un tipo di verifica che, partendo dall'analisi dello stile, con annessi e connessi grammaticali, possa rendere ragione delle qualità del narratore manzoniano, spesso bollato sbrigativamente come narratore onnisciente, che tutto sa e tutto filtra.
Ciò è innegabile, tuttavia il narratore manzoniano sperimenta forme del discorso che, pochi anni dopo, diverranno frequenti nella narrativa di Verga; a mo' di saggio è esemplare la parte centrale del capitolo XX, quando la voce narrante riporta, attraverso il discorso indiretto, la reazione di Gertrude alla ritrosia di Lucia nell'uscire sola dal monastero per una strada solitaria, in un paese sconosciuto. Men che se l'aspetti, il lettore si trova, subito dopo, di fronte all'indiretto libero: di giorno chiaro, quattro passi, una strada che Lucia aveva fatta pochi giorni prima, e che, quand'anche non l'avesse mai veduta, a insegnargliela, non la poteva sbagliare!… Nessun verbo introduce le quattro argomentazioni addotte dalla monaca perché Lucia possa cadere nella trappola, sono parole tratte dalla scola infernale, non solo di macchinazioni diaboliche, ma anche di artifici linguistici, della sventurata Gertrude.
Lingua e stile, ancora una volta, sono pensiero.

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. povna
    Apr 13, 2011 @ 21:49:00

    leggo ora, di ritorno dalla gita: che dire? è una settimana che Manzoni spopola tra noi schoolbloggers!?

    più in topic, dico che concordo, di più: da quanto ho imparato ad amarlo (all'università) ho sempre pensato che la grandezza di Manzoni è sempre nelle componenti di genere e nelle strutture narrative!

    Mi piace

    Rispondi

  2. povna
    Apr 13, 2011 @ 21:49:00

    leggo ora, di ritorno dalla gita: che dire? è una settimana che Manzoni spopola tra noi schoolbloggers!?

    più in topic, dico che concordo, di più: da quanto ho imparato ad amarlo (all'università) ho sempre pensato che la grandezza di Manzoni è sempre nelle componenti di genere e nelle strutture narrative!

    Mi piace

    Rispondi

  3. melchisedec
    Apr 14, 2011 @ 09:27:00

    @Povna, non sono un assiduo frequentatore dei blog dei colleghi(fatte le dovute eccezioni), ma per me non è facile dialogare con loro(e viceversa), quindi non sono informato sullo "spopolare" di Alessandro sul web.
    Apprendo con piacere che anche tu ne apprezzi le qualità narrative. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  4. melchisedec
    Apr 14, 2011 @ 09:27:00

    @Povna, non sono un assiduo frequentatore dei blog dei colleghi(fatte le dovute eccezioni), ma per me non è facile dialogare con loro(e viceversa), quindi non sono informato sullo "spopolare" di Alessandro sul web.
    Apprendo con piacere che anche tu ne apprezzi le qualità narrative. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: