Rosso…relativo


Il rosso ha fatto la sua comparsa.
Due rossi.
Uno dell’amarillide, che avevo scordato di avere piantato qualche anno fa in un vaso.
L’altro delle rose, quest’anno fiorite com’è giusto, ossia a maggio e non a marzo, come spesso succede in Sicilia.
Mi consolano i due “rossi”.
Una brutta tracheite mi ha inchiodato a letto con 39 di febbre.
E stamani mi sono dovuto recare al presidio dell’ausl, perché il medico fiscale non trovava il numero civico.
Il dottorino ha scambiato “largo” con “via”.
Quindi potevano mai corrispondere i numeri civici?
Macilento e senza forze, col pallore del morto in viso, dopo la telefonata a casa da parte del medico fiscale, ho fatto io quello che avrebbe dovuto fare lui.
Si è scusato molto gentilmente, perciò non ho polemizzato.
Una volta che mi sono ammalato, s’è scatenato il putiferio: il brivido del certificato on line(ma a che serve?), la visita del malato dal medico.
Viviamo nel paradosso.
Meglio i fiori!

7 thoughts on “Rosso…relativo

  1. Anonimo, ho citato una canzone famosa pop di Tiziano Ferro. Come dice Povna, anzi come linka Povna.

    @Grazie, Pensierini! E’ vero sono due sfumature diverse di rosso, quindi rosso-relativo. 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...