Jump out


Con frequenza sempre più virulenta, e per me inquietante, da qualche settimana sono ricomparsi sui tg nazionali, attraverso la modalità dell’intervista brevissima, sovrabbondante fino alla nausea di slogan elettorali, i rappresentanti politici del governo pre-Monti.
Sono gli stessi, capeggiati dal Triumvirato A B C, che in Parlamento offrono il loro incondizionato appoggio all’attuale esecutivo, al quale hanno affidato, dopo il naufragio del 2011, i compiti più difficili, come rimettere in sesto il Titanic del debito pubblico italiano, resettare il welfare, scardinare con fare marchionnesco i contratti nazionali di lavoro e via discorrendo.
Compiti che i governi precedenti(per incompetenza, per miopia culturale, per cameratismo politico e corporativo, per il timore di perdere consenso e quindi poltrone sicure e vantaggiose)non hanno saputo e, molto più spesso, voluto affrontare.
Compiti che la compagine politica europea e la Massoneria delle Banche, attraverso le eminenze grigie delle agenzie di rating, pretendono siano svolti.

Hanno fatto eccezione i provvedimenti impopolari dei ministri Gelmini e Brunetta, che uno scossone hanno dato al Paese soprattutto in relazione al pubblico impiego e allo smantellamento dell’istruzione pubblica e statale.
Dell’abilità dei due ex ministri sono prove empiriche la diminuizione dei giorni di malattia, il sovraffollamento nelle aule italiane, il congelamento della retribuzione dei docenti e il loro ibernamento nelle scuole sotto il profilo della mobilità annuale, la battaglia, non del tutto ideologica, contro i docenti italiani(e siciliani), accusati di essere ignoranti, incompetenti, fancazzisti, inadeguati.
A ulteriore riprova dell’effetto Gelmini, sulla scia della Moratti, sia sufficiente scorrere l’elenco della mobilità ’12-’13: quasi tutte le classi di concorso presentano docenti soprannumerari e trasferimenti in uscita dal comune.

Il tempo per l’esecuzione dei compiti da parte di Monti, novello Zeus fulminante, e del suo olimpo di super-tecnici sta però per scadere e questo autorizza i due vecchi schieramenti politici a rinfrescare la memoria al popolo italiano attraverso una sempre più invasiva comparsa sugli schermi televisivi; ne è pretesto la revisione del porcellum, ma lo scopo è tutt’altro: prepararsi la strada del ritorno.
Che poi non sono andati mai via.
Hanno soltanto premuto il tasto dello stand-by, lasciando all’attuale Presidente del Consiglio il carico oneroso di riportare in rotta il Titanic Italia, in attesa sempre più fremente di riprendere il comando ancora per qualche anno.
In attesa, per noi poveri cittadini, del prossimo naufragio.
E di un nuovo padre autorevole, di un Altro Super che sculacci i monelli avidi, infingardi e gaudenti di un paese che si chiama Italia.

10 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Ilaria
    Lug 31, 2012 @ 10:30:12

    Da un po’ mi si è rotto il televisore e fortunatamente non vedo i tg; la sola idea di rivedere quei soliti tipi riaffacciarsi ai microfoni come tu descrivi, mi deprime. E’ proprio come dici tu, sono restati in stand by, hanno lasciato fare il lavoro “sporco” al governo tecnico e ora pensano di ritornare come se niente fosse. Gli zombies hanno solo da imparare da costoro! L’idea di ricadere nella solita melassa paludosa mi nausea proprio. Sicuramente non sarebbe inevitabile, dato che a questo mondo di veramente inevitabile c’è ben poco, ma mi chiedo come si possa fare. Quando ho fatto campagna elettorale l’anno scorso alle amministrative di Bologna, per un candidato indipendente del PD e sono quindi entrata “dentro” il mondo politico, ho provato una forte delusione scontrandomi con la realtà del pd, e figurati come potrebbe essere per gli altri partiti…

    Mi piace

    Rispondi

  2. Anonimo SQ
    Lug 31, 2012 @ 11:15:13

    Ottimisti, eh ?

    Anonimo SQ

    Mi piace

    Rispondi

  3. 'povna
    Lug 31, 2012 @ 12:55:34

    Il panorama è desolante. E il PD, per riprendere le considerazioni di Ilaria, si sta producendo nel suo (non inconsueto) spettacolo: sperperare un (immeritato) consenso politico in una serie di soavi puttanate. (Degli altri non parlo nemmeno, anche perché molto hai già ricordato tu).

    Mi piace

    Rispondi

  4. lanoisette
    Lug 31, 2012 @ 16:53:18

    Mel, io ti dico solo che il 4 agosto scadono i termini per le domande di assegnazione ed utilizzo… e manca ancora la legge a cui fare riferimento!
    io ho spedito oggi tutto, con i moduli “provvisori” preparati dagli UST, ma ti dico che neppure la Gelmini, l’anno scorso, arrivò a tanto (non riuscirono ad accordarsi su un CCNL, ma almeno lei fece uscire un’Ordinanza Ministeriale in tempi utili)

    Mi piace

    Rispondi

  5. melchisedec
    Lug 31, 2012 @ 17:20:21

    @Immagino, Ilaria; quando si analizza dall’interno, se non si è per natura proni ai diktat, si rimane sconvolti.

    @Realisti, Anonimo. O può essere sia una mia fantasia.

    @Povna, sono d’accordo. Se non fosse per le battute di Bersani, ci sarebbe da oscurare il video.

    @Lanoisette, sarai sui carboni ardenti, immagino. Sta’ serena, il Ministero darà indicazioni, ma ci sarà da correre. La mia solidarietà!

    Mi piace

    Rispondi

  6. 'povna
    Lug 31, 2012 @ 17:58:19

    @Noise: sono usciti i trasferimenti solo il 26, ancora l’adeguamento del diritto al fatto non ci è potuto materialmente essere (stiamo lavorandoci in questi giorni, lo devono mandare le scuole entro l’8 agosto). Immaginati. Però per certe situazioni saranno accettate cattedre a 16 (e in alcuni casi 15) ore, cosa che l’anno scorso fu vietata (con 17 andavi d’obbligo a 19), quindi ci saranno un discreto numero di posti in più, su assegnazioni, utilizzazioni e supplenze annuali.

    Mi piace

    Rispondi

  7. ornella
    Lug 31, 2012 @ 18:42:53

    Ci sentiamo tutti come quei micini randagi che tu hai adottato. Con la differenza che loro vivono inconsapevoli…

    Mi piace

    Rispondi

  8. Ray
    Lug 31, 2012 @ 23:35:59

    la metto giù nuda e cruda: se devono tornare i soliti noti allora preferisco un altro governo tecnico e sette altri ancora! … non vedo nulla di nuovo nel panorama politico, solo tanti pezzi di polpettone adulterato.
    Vorrei puntare al minor danno possibile, ma so già che sarà impossibile, credo che chi sta tappezzando le nuove poltrone ha già l’impronta di antichi sederi…

    Mi piace

    Rispondi

  9. melchisedec
    Ago 01, 2012 @ 08:10:23

    @Hai ragione, Ornella.

    @Ray, mi auguro di sbagliare, ma…

    Mi piace

    Rispondi

  10. Ray
    Ago 01, 2012 @ 22:31:52

    no … non mi dire quel nano.
    (c’ho la stessa paura)

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...