Pletoricamente


Diavolo!
C’è qualcosa che non torna.
21.112 unità di personale docente ed educativo da assumere per l’anno scolastico 2012/13.
11.892 cattedre da coprire attraverso il nuovo concorso a cattedra.
Si raggiunge un totale di 30.000 mila assunzioni.
E questa i media me la chiamano rivoluzione?
Come si spiega un numero così pletorico di assunzioni a fronte di colleghi che perdono il posto e che a fine agosto non sanno ancora in quale scuola presteranno servizio?
Come è possibile tutto ciò a fronte dei tagli operati dal governo precedente che, sommati all’epurazione del monte ore destinato alle materie d’insegnamento, sfrondano ulteriormente la selva dei posti disponibili?
E ancora, il congelamento nei posti di lavoro secondo le nuove regole quali posti potrà rendere disponibili?
E ancora.
E qui urge gridare ancora.
Diavolo!
Tale pletora di docenti quale prospettiva apre per chi da anni sgobba a scuola percependo uno stipendio ridicolo, destinato, per quanto riguarda la regione Sicilia, ad essere ulteriormente decurtato a causa dell’aumento dell’Irpef regionale(grazie al mangia-mangia dei governi che finora si sono succeduti)?
Questa si chiama rivoluzione?
Investimento sulla scuola, sul sapere, sulla ricerca?

Non apriamo, poi, l’altro capitolo.
L’effettivo funzionamento del Sistema Nazionale di Valutazione(SNV).
Il Sistema di valutazione si basa sull’attività di collaborazione di tre istituzioni: l’Invalsi (l’Istituto nazionale per la valutazione del sistema di istruzione e formazione), che assume il coordinamento funzionale dell’intera procedura di valutazione; l’Indire (l’Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa), che sostiene le scuole nei piani di miglioramento; gli Ispettori, che collaborano nella fase di valutazione esterna delle scuole.
In base ai risultati del Rapporto, la scuola definirà un piano di miglioramento avvalendosi anche del sostegno dell’Indire, o della collaborazione con università, enti di ricerca, associazioni professionali e culturali. Gli esiti del procedimento di valutazione non hanno l’obiettivo di sanzionare o premiare ma intendono rendere pubblico il rendimento della scuola in termini di efficacia formativa. Lo scopo è attivare un processo di miglioramento sistematico e complessivo dell’efficienza e dell’efficacia del servizio, che deve essere mirato soprattutto a innalzare i livelli di apprendimento degli studenti e a dotarli di conoscenze e competenze essenziali per operare scelte consapevoli per il loro futuro. Il sistema permetterà anche di comprendere il valore dell’azione di coordinamento dei dirigenti scolastici
(Nota ministeriale).
In cosa consisterebbe il piano di miglioramento?
Nel dare a tutti la promozione?
Anche agli inetti volontari?
Perché, cari miei, io so già come andrà a finire.
Le scuole, già in sede di autovalutazione, metteranno in campo strategie finalizzate a ridurre il numero dei sospesi e dei bocciati.
Già lo viviamo sulle nostre spalle, durante i consigli di classe, dov’è possibile convertire il nero in bianco.
La ciliegina è costituita dal costo zero del processo di valutazione, infatti per l’attuazione dell’intervento normativo non sono previsti nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.
Falso.
Assolutamente falso.
Tutti i docenti del mio liceo, interessati dall’Invalsi, hanno percepito quest’anno un somma per la tabulazione dei risultati.
Da dove si raschiò il barile?
Ma dal Fondo d’Istituto naturalmente!
Speriamo si apra davvero un percorso di consultazioni e confronto sul testo con gli operatori del mondo della scuola, con le realtà associative rappresentanti i genitori, gli studenti e la società civile, nonché con i sindacati del comparto e con le forze politiche.
Per ora posso dire “Diavolo!”.

5 thoughts on “Pletoricamente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...