Mi fa schifo appartenere alla categoria-docenti

…quando, dopo 5 minuti che l’Enel ha interrotto la corrente elettrica, mi precipito dal responsabile di plesso e, simulando di tremare, amplifico l’impossibilità di resistere a causa del freddo.

…quando, dopo 5 minuti che l’Enel ha interrotto la corrente elettrica, esacerbando l’igienismo patologico che il destino mi ha riservato, lamento la difficoltà di adagiare le chiappe sulla tazza del water.

…quando, dopo cinque minuti che l’Enel ha interrotto la corrente elettrica, sperando di scappare da scuola, fomento gli alunni e li sobillo, perché escano dalle aule a chiedere conto e ragione delle tenebre e dei cessi gialli d’urina.

Ecco in questi casi mi fa schifo appartenere alla categoria-docenti. Qualcuno potrebbe obiettare che tutto ciò non sia una questione di categoria. Passi pure! Ma un educatore non può comportarsi come descritto nei quadretti di cui sopra.

 

13 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. 'povna
    Gen 18, 2013 @ 20:29:24

    Eh già. Sob. 😦

    Mi piace

    Rispondi

  2. ildiariodimurasaki
    Gen 18, 2013 @ 22:30:40

    Ma… hai fatto sul serio questa ignobile manfrina?
    O stai descrivendo le reazioni dei colleghi?

    Mi piace

    Rispondi

  3. Amedeo Pagliaroli
    Gen 18, 2013 @ 23:00:48

    bam. arrivata.

    Mi piace

    Rispondi

  4. ildiariodimurasaki
    Gen 19, 2013 @ 17:08:41

    Bah. Un buon educatore non dovrebbe mai prendersi troppo sul serio nelle vesti di educatore. Essere persone tremendissimamente lamentose non è un reato, e in questo modo offriamo ai ragazzi una sana opportunità per riderci dietro che non sia legata all’impreparazione nella disciplina o alla nostra etica.
    Che poi gli insegnanti stoici che dicono “Avanti, razza di rammolliti, non ci fermeremo mica perché colano i ghiaccioli dal soffitto e non c’è acqua nei cessi?” sono insopportabili (o almeno, io li trovavo insopportabili).

    Mi piace

    Rispondi

    • melchisedec
      Gen 19, 2013 @ 17:39:38

      Murasaki, la persona in questione non è lamentosa, avrebbe invece voluto che le classi fossero licenziate per scapparsene a casa, sogno che si è infranto molto presto, perché il black out è stato breve, circa venti minuti.

      Mi piace

      Rispondi

  5. ildiariodimurasaki
    Gen 19, 2013 @ 17:09:03

    E poi: chi non si lamenta in compagnia…

    Mi piace

    Rispondi

  6. Amedeo Pagliaroli
    Gen 19, 2013 @ 21:16:19

    No, mel, intendevo dire che la botta è arrivata. Risoluto come solo tu sai essere. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  7. Billy Hunt (@BillyHunt69)
    Gen 19, 2013 @ 22:35:46

    Caspita … qui abbiamo avuto black-out anche superiori ma calma e rassegnazione hanno prevalso. Con questi personaggi state attenti altrimenti vi fanno le barzellette come per le forze dell’ordine, d’accordo che sempre statali siete, ma se si può evitare è meglio. At minchiam caro Mel, non crucciarti troppo, sù !

    Ray

    Mi piace

    Rispondi

  8. ildiariodimurasaki
    Gen 19, 2013 @ 23:10:52

    A quanto pare mi sono sfuggiti un bel po’ di addentellati 🙂
    Convengo che tutto ciò non è stato motivo di decoro, come si dice da queste parti.

    Mi piace

    Rispondi

  9. pensierini
    Gen 20, 2013 @ 19:02:59

    Con tali persone come colleghi, farebbe schifo anche a me, ma non si deve generalizzare: nel mucchio ci sono anche persone di valore!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: