Gladioli e lilia

Probabilmente la fioraia, presso cui compro solitamente i fiori, ha fatto un discorso economicamente a suo sfavore, parlandomi del suo bouquet matrimoniale, ossia un mazzo di garofani rossi. Erano gli anni ’70, perciò il massimo che poteva ottenere una donna siciliana di condizione non agiata  per il suo mazzetto erano le rose, ma di frequente  i garofani o i gladioli erano i fiori più gettonati per comporre i mazzetti delle spose. Oggi il mercato ha relegato garofani e gladioli, ancora più di una volta, nelle retrovie dei fiorai, quindi soltanto un occhio esercitato può scovarli in una nicchia del frigorifero o dietro i vasi di lilium e rose, che nelle bancarelle dei fiorai occupano il posto di riguardo per eccellenza. A prescindere dai ricordi della fioraia, ho acquistato anche dei gladioli color salmone. Devo dire che non sfigurano in confronto al profumatissimo e perciò nauseabondo lilium-orchidea.

Ecco il lilium, invece!

5 thoughts on “Gladioli e lilia

  1. i garofani tanto via, ma qui i gladioli sono diventati fiori “rimomati” – perlomeno da quando mi interesso di fiori (anche se la fioraia dove vado mi mette un pò in soggezione perchè sa sempre tutto lei) Bellissimi gli scatti ! 🙂
    Buone giornate caro Prof !
    Ray

    Mi piace

  2. @Da me, Billy, un gladiolo costa 50 centesimi, al massimo 75.

    @Esssì, Alidada. Che poi occorre pure tempo. Cambiare l’acqua, per esempio, è necessario sia per il mantenimento dei fiori che per scongiurare l’olezzo putrescente da cimitero.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...