Bare e criminali

…animamque sepulcro condimus
et magna supremum voce ciemus (Aeneis III, 67-68)

Nel racconto che i media hanno cucito sul naufragio dei migranti nel mare cristallino di Lampedusa spiccano, a mio parere, l’ellissi delle bare e la reticenza sui criminali del mare.

A tutti è noto che un cofano funebre dignitoso costa mediamente 1.650-1.800 euro e, stando alle riprese filmiche diffuse dai tiggì, famelici di audience e grondanti di pietismo, pare proprio che ai cadaveri dei migranti sia stata concessa, attraverso bare di medio valore economico, quella dignità materiale che ha compensato, in un certo senso, la perdita di quella umana, sottratta loro dalle organizzazioni criminali, detentrici del redditizio traffico di uomini, donne e bambini nel mare nostrum. Mi hanno sollecitato il tarlo del dubbio la repentinità, con cui sono state reperite le bare, e la pregevolezza del legno. Fare i conti, se si aggiunge anche il costo del trasporto sull’isola, non è difficile, sapere chi ha pagato l’esoso conto lo è altrettanto, mentre sarebbe legittimo sapere chi ha venduto le bare e, conseguentemente, guadagnato. Se è così, è stato istruito un appalto per la fornitura dei cofani? I tempi tecnici sembrerebbero non averlo consentito. O i cofani sono stati offerti in dono da qualcuno? Un ente, un Comune, un’impresa? Dove verranno sepolti i migranti? Non sarebbe il caso di fondare ex novo un cimitero dei migranti, dove accogliere le migliaia di vittime della migrazione? E qui l’appello ha come destinatario papa Francesco. Molte case religiose, almeno in Sicilia, possiedono ancora estensioni di terreno fuori le mura, facilmente convertibili in cimiteri.

Nelle varie ricostruzioni del naufragio elaborate dai media, che hanno privilegiato l’aneddotica, il lacrimevole, l’eroicità indiscutibile degli Isolani, lo scontro politico interno e il naufragio della Bossi-Fini, mancano precisi riferimenti agli organizzatori del traffico marittimo di esseri umani. Chi sono costoro? Da chi sono sponsorizzati? Qual è il legame politico-economico tra i criminali e i Paesi, da cui partono le carrette del mare? Perché, a livello europeo e internazionale, non assistiamo ad alcuna mobilitazione anche in termini di intervento militare? Probabilmente gli esseri umani sono meno redditizi del petrolio. Questa pare la risposta più immediata da fornire.

8 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. kappadue72
    Ott 07, 2013 @ 14:08:45

    Ciao Mel, io per via del mio lavoro ho frequentato qualche volta il centro di accoglienza di Pian del Lago (CL), e posso confermarti che c’è una vera economia parallela attorna al fenomeno immigrazione…i tuoi sospetti sono comprensibili.
    In quanto all’UE, così decisa nel definire crimini contro l’umanità i presunti gas Siriani, e così pronta nel proporre interventi armati, sembra piuttosto passiva di fronte a queste cose, limitandosi ai soli aiuti economici all’Italia.

    Mi piace

    Rispondi

  2. Ilaria
    Ott 07, 2013 @ 19:12:45

    Ecco, sai che non avevo minimamente pensato alla questione delle bare? E invece hai ragione, quelle che sollevi non sono domande da poco. Penso anch’io che sarebbe davvero significativo e “storicamente” giusto creare un cimitero dei migranti. Resta un monumento importante. Vicino a casa mia ci sono il cimitero dei polacchi e il cimitero inglese, nei quali sono sepolti i soldati polacchi e inglesi che nel ’45 liberarono Bologna e nel farlo trovarono la morte. E fin da bambina, anche se non conoscevo ancora le vicissitudini della seconda guerra mondiale, passando di lì e chiedendo mi veniva spiegato chi riposava in quel cimitero e perché; così in qualche modo queste persone venute a morire qui e sepolte per sempre lontane dalle rispettive patrie, fanno parte da sempre del mio paesaggio emotivo. Lo stess accadrebbe nel caso di un cimitero dei migranti… anche se voglio vivere in un Paese nel quale la dignità delle persone sia rispettata quando sono vive e non dopo la morte! E per questo occorre l’Europa; l’emigrazione di queste persone – con tutto quello che di criminale vi sta dietro – è sicuramente un problema europeo, e anch’io mi indigno quando vedo l’UE esprimersi su qualunque cosa (anche le più stupide) ma non prendersi cura mai di un dramma così enorme. Davvero la vita umana (alla faccia dei dibattiti sulle diciture – vedi “valori cristiani” – da inserire nella costituzione europea) vale molto poco rispetto agli interessi economici.

    Mi piace

    Rispondi

  3. 'povna
    Ott 07, 2013 @ 21:26:09

    Attenzione a non sovrastimare la colpa (gravissima) degli scafisti,e così eliminare le proprie, europee e nazionali: http://www.linkiesta.it/sbarco-profughi-italia
    Dobbiamo, banalmente, ripartire da capo, e da tutte altre premesse rispetto a quelle seguite, più o meno da tutti, finora.

    Mi piace

    Rispondi

  4. melchisedec
    Ott 08, 2013 @ 08:18:32

    @Ilaria, grazie per il contributo. Un cimitero per migranti, come tu dimostri, può costituire anche un modo per ricordarci “ciò che siamo stati”.

    @Povna, forse sarebbe meglio dire corresponsabilità/colpe. Nessuna sovrastima. C’è comunque un circuito indegnamente economico nel fenomeno dei migranti, non vorrei che noi fossimo uno dei poli.

    Mi piace

    Rispondi

  5. Billy Hunt (@BillyHunt69)
    Ott 12, 2013 @ 11:25:45

    In via minore stavo considerando che la Regione Sicilia è probabilmente convenzionata con qualche società di servizi che approvvigiona gli operatori ad ogni triste “commessa”, Non credo si siano trovati scoperti nonostante l’elevata necessità, probabilmente avranno ingentilito le essenze … ma una produzione di quel tipo in scala industriale si risolve in pochissime ore. In via maggiore sto considerando che purtroppo avranno da lavorare anche per i prossimi giorni …
    Apprezzo anch’io l’idea di un camposanto da dedicare alle vittime del mare, come dalla Signora Ilaria anche qui c’è una sezione del cimitero dedicata ai soldati polacchi transitati malcapitati nel centro Marche nel 44 – 45

    Questo per i migranti me lo immaginerei con il cancello di ingresso aventi per colonne due simbolici fari, quelli del Guardiano del Cielo.

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...