Marianeve ad Omopolis

Ieri sera la mia amica Marianeve mi ha chiesto di accompagnarla in piazza per assistere alla rappresentazione di una commedia in dialetto palermitano; al contrario di altre occasioni non ho opposto alcuna resistenza, sicuramente perchè il caldo africano di questi giorni mi spinge, nonostante la stanchezza della settimana d’inizio scuola, a fuggire dalle pareti domestiche per aggiungere stanchezza ad altra stanchezza e giungere a letto del tutto sfinito per prolungare il sonno mattutino almeno oltre le 7.30. Cosí è stato. Un sonno ristoratore di 8 ore, che mi fa gustare pienamente i due giorni liberi consecutivi.
Bene, che dire della commedia? Struttura, sceneggiatura, costumi, lingua e quant’altro rigorosamente di stampo siculo, ma attuale per i due argomenti(outing di un giovane gay ai propri familiari e corruzione politica)che l’autore ha intrecciato in vista della riflessione da consegnare al pubblico: cos’è l’immoralità? Il giovane che confessa ai propri genitori, e quindi a tutta la comunità, che gli piacciono i maschi o i politici che ingannano l’elettorato con falsi proclami di benessere sociale ed economico e poi, ottenuto il potere, sconfessano quanto propagandato in campagna elettorale? L’intreccio, però, non è stato felicissimo, e non perché non si possano trovare connessioni, ma perché l’autore ha privilegiato nei due atti prima la “tragedia” familiare seguita alla rivelazione, poi il marciume politico incarnato da tre loschi personaggi. Si è così creato un gap tra le due parti sanato in zona cesarini dall’irruzione degli attori tra il pubblico, che s’è immedesimato nella parte del popolo gabbato ed è diventato parte attiva della scena finale. Insomma si sarebbe potuto fare di più e meglio, però è già un successo avere proposto a un pubblico fondamentalmente analfabeta sotto il profilo dei diritti umani e sociali un tema forte quale l’omosessualità. Una traccia di riflessione, penso, sarà stata registrata, un piccolo seme, che darà i suoi frutti. 

Marianeve, al termine dello spettacolo, era raggiante e, pettegola nel DNA, ora con gomitate, ora con occhiate, mentre lasciavamo le gradinate, ha diffusamente alluso e additato…non pronunciando mai la parola chiave della serata comica. La sottoporrò a un recupero di ore di educazione civica, come minimo. 🙂

14 pensieri su “Marianeve ad Omopolis

  1. Amica, una dei miei amici attori, ha proposto questa estate a Palermo un suo monologo, con temi altrettanto importanti e forti. Purtroppo si è scontrata contro il muro di perbenismo del pubblico medio. Sono contenta che questa volta sia andata meglio, se non altro. Ed evviva il corso di recupero per Maria Neve!

    Mi piace

  2. @Povna, spesso il pubblico medio è il più “impermeabile”. Già sperimentato.

    @Anche a me, Ellegio, sta simpatica. Marianeve sta diventando per me un personaggio “letterario”, perché ha la forza del reale e la tempra dell’immaginario. 🙂

    Mi piace

  3. mel, io te l’ho già detto che adoro Marianeve! mi piace anche il nome, proprio così come sta, e sono andata in brodo di giuggiole leggendo la definizione “pettegola nel DNA”…. ma davvero il pubblico è fondamentalmente analfabeta sotto il profilo ecc. ecc.? perché questi temi, nella mia vita, nelle città dove ho vissuto, mi hanno martellato fin dall’infanzia!

    Mi piace

  4. e sai cosa? quando qualcuno dice, parlando di uno spettacolo, che è “veramente artistico”, allora sono certa che qualcuno si spoglia nudo! maschio o femmina che sia! personalmente detesto questi mezzucci, come quello di “svecchiare” un testo infarcendolo di parolacce. nei teatri siciliani succedono queste cose?

    Mi piace

  5. @Albaplena, ho usato un’iperbole in qualche modo; nella commedia di cui ho parlato niente “nudi”(concepibile in piazza? 🙂 ), qualche espressione dialettale vicina alle parolacce, ma nessuna volgarità. L’autore ha sfruttato al massimo la ricchezza del dialetto, accompagnato dalla mimica.

    Mi piace

  6. Ottima cosa la dormita di otto ore! Per lo spettacolo non ho grandi cose da dire, in genere diffido delle rappresentazioni in piazza, e dopo aver seguito per tre anni di seguito una rassegna teatrale qui nel mio “borgo” di quasi città, non ho più rinnovato l’impegno, alla fine mi annoiavo. Probabilmente me ne sono “saturata” , anche se devo dire che alcune compagnie amatoriali offrono spettacoli di pregio, e anche di impegno.

    Infine , Marianeve si sta rivelando un’amica di tutti noi, peccato non si possa esprimerle la nostra simpatia! Ma contiamo su di te, caro Melchisedec!

    Mi piace

  7. @Ornella, io detesto gli abbonamenti, scegliere, però, il singolo spettacolo ad hoc comporta delle spese. Non amo gli spettacoli in piazza, in ogni caso occorre buon discernimento.

    Per voi “provvederò” io a Marianeve, indirettamente s’intende. 🙂 . Sai che è molto simpatica ai bambini? E non solo. Molto, ma molto socievole.

    Mi piace

  8. è un bel segnale che sia molto simpatica ai bambini: io giudico bene una persona anche se gli animali mostrano di desiderare il suo contatto e le stanno volentieri vicini. i bambini e gli animali hanno un istinto che li guida o li allontana da una persona: non come noi, che obbediamo a falsi criteri tipo l’abbigliamento ed il comportamento. ma sai quanti uomini non si avvicinerebbero mai ad una tipa malvestita o peggio con abiti firmati ma di tre quattro anni fa? e sai quante donne (me compresa) si fanno malamente impressionare da un primo impatto visivo e scartano una persona perchè magari non sa usare le posate o non sa abbinare i calzini alla cravatta? tuttociò è stupido, e bimbi e animali ogni tanto ce lo fanno ricordare.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...