Le ultime del ’14

Nevica, nevica e ancora nevica; ho girato anche un video di pochi minuti, mentre stavo sotto la neve. Tenterò di postarlo. Intanto auguri a tutti!

Inno alla neve

La amo, perché arriva silenziosamente. E come già nel 2009, mi sono alzato di scatto dalla poltrona della siesta attratto dalla potenza del suo richiamo ovattato. Nevica dalle quattro del pomeriggio; dapprima fiocchi come fiori di cotone, ora minuscole palline.

Un’ora e tre quarti dopo, preso atto che la neve perseverava, e persevera ancora mentre scrivo, mi sono insaccato una tuta e, munitomi di berretto, ombrello e digitale, me ne sono andato per le vie del paesello a godermi la neve.

Foglie di muschio su casetta disabitata

Un fiore di ibiscus innevato

E ora, neve, fa’ la buonina, la generosa! Serrami l’uscio di casa, pietrifica l’automobile, cadi, cadi, continua a cadere prodiga di candore! Anche le aquile finte del mio dirimpettaio sono affascinanti sotto il peso del tuo manto. L’ocra fangoso delle ali spalancate balugina di bianco ai riflessi della sera. Sii prodiga! Non ci abbandonare domani! Invadi piazze, spegni i botti, ricopri le sozzure e regna sovrana in queste notti di fine anno. Horribilis, a dirsi.

Siculalbero


Albero realizzato con le pale dei fichi d’India

Topo da presepe

A Natale, com’è mia tradizione, mi trasformo in topo da presepe. Inizio con questi scatti.

I bambinelli di Marianeve

Comodo

Cum agno

Un angelo dormiglione

Piccolo e umile

Quarzo rosa tra il muschio finto

Quarzo bianco effetto luminescenza