Il primo

La neve ha allentato la morsa del suo infierire; dalle prime ore cade una pioggia leggera e costante che, se ha liberato le fronde degli alberi, i tetti e il battistrada, non ha fatto sciogliere il grosso depositato sulle montagne, i cui fianchi biancheggiano brillanti ai primi raggi del capodanno. Sono ricomparsi i gatti randagi a frugare tra i cassonetti alla ricerca dei resti del cenone e anche dei passeri saltellano curiosi. La parte del leone ruggente la fanno comunque le grondaie; dalle imposte chiuse anche un sordo percepirebbe il concerto della neve disciolta. Consumato è anche l’incenso greco, che è mio uso bruciare il primo dell’anno in segno di purificazione dell’anno trascorso. Un puro segno vuoto di senso oggettivo, ma a cui non rinuncio.

Il pesce ha esalato, intanto, le ultime gocce di sangue; gli involtini di pescespada li ho acquistati già preparati dal pescivendolo, quindi mi limiterò a metterli a forno, dopo averli adagiati su un meraviglioso foglio di carta da forno. Tra un po’ preparerò un sugo di pescespada a tocchetti con gamberetti e piselli. Un sugo ristretto e piccante, che condirà delle pappardelle fresche fatte in casa. Anche le orate sono in attesa di essere infornate in cartoccio. Il tutto irrorato a tavola con un leggero vino champagnoso.

Brindiamo alla vita!

7 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ildiariodimurasaki
    Gen 01, 2015 @ 16:33:09

    CHOMP!
    Fortunati i commensali ^__^
    E tanti auguri per il 2015!

    Mi piace

    Rispondi

  2. ellegio
    Gen 01, 2015 @ 17:05:29

    Buono il pranzo 🙂
    Che sia buono anche l’anno.

    Mi piace

    Rispondi

  3. Ornella Antoniutti
    Gen 01, 2015 @ 17:31:32

    Che buono !!!!! Buon appetito a te e a tutti i tuoi ospiti !!!

    Mi piace

    Rispondi

  4. pensierini
    Gen 01, 2015 @ 20:20:05

    Grande, Mel! Noi questo Capodanno l’abbiamo trascorso in Appennino, camminando su pei monti insieme ai ragazzi. E abbiamo pappato polenta e cinghiale, una cosetta leggera. 🙂 Ieri sera, però, i miei spaghetti alle triglie fresche, comprate il giorno prima a Sestri Levante, sono stati fin troppo apprezzati… :mrgreen:

    Mi piace

    Rispondi

  5. melchisedec
    Gen 02, 2015 @ 17:26:55

    @Murasaki, fortunati e rotolanti. 🙂 😆 Auguri a te!

    @Speriamo lo sia, Ellegio. 😉

    @Tutto apprezzato dai commensali, Ornella. 😆

    @Bene, Pensierini! Portate adeguate all’attività piacevole della passeggiata. Noto che anche tu ti difendi bene in cucina. 😛

    Mi piace

    Rispondi

  6. melchisedec
    Gen 02, 2015 @ 20:21:40

    @Grazie per il complimento, Albaplena. Mangio sempre i cibi nella stessa quantità, a prescindere dalle feste. Certo mi succede di esagerare. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: