Tamburi e grancassa

Come volevasi dimostrare, la bufala, di cui ho parlato nel post precedente, ha fatto abboccare quei tonti dei miei allievi di prima, che si sono assentati in massa. Cosi stamani, terminate le verifiche, ho fatto loro una lavata di capo che non scorderanno più. A nulla sono valse le lezioni iniziali sul lavoro dello storico e sull’accertamento e verifica delle fonti. Come babbei ci son cascati. O voglio crederlo. E però voglio sentirlo dai genitori, che si son fatti gabbare dal copia-incolla di una vecchia ordinanza comunale, appositamente truccata per l’occasione. 

Tamburi e grancassa imbroglian chi passa.

3 pensieri su “Tamburi e grancassa

  1. Hai ragione, certo. Ma in un paese dove gli stessi insegnanti pubblicano e diffondono bufale riconoscibili a prima vista come tali anche da un cieco, purtroppo la cosa è comprensibile – mi torna in mente la storia di Renzi che sarebbe andato in Tailandia (o era il Viet Nam?) a firmare un protocollo per l’importazione di 20.000 tonnellate 20.000 di carne di cane a scopo alimentare… e per quanto abbia strepitato, dicendo tra l’altro (il Cielo mi perdoni) che, volendo, qualche cane da mangiare c’era anche qui senza scomodare la Tailandia, non riuscii a convincere DAVVERO i colleghi, che si limitarono a concedere al nostro attuale presidente del consiglio il beneficio del dubbio.
    Si spera che la sfuriata lasci il segno e li induca a cercare scuse più accettabili per le prossime forche!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...