La sosta prima della meta

Ho dedicato parte del fine settimana alla correzione delle versioni, onde evitare l’effetto palla di neve, se è vero che altre verifiche si profilano all’orizzonte per la settimana già in corso. Tutto è filato liscio per il biennio, ma, apprestatomi a correggere quelle dei maturandi, mi sono bloccato più volte, intrappolato nella stessa gabbia costruita ai ragazzi. Per saggiare in maniera chiara e definitiva le loro competenze traduttive, non ho proposto un brano in prosa, ma quello di un autore augusteo e, per giunta, poeta, i cui passi tradotti non risultano essere stati diffusi in rete. Il testo tradotto esiste, ma in cartaceo e io non lo possiedo. Ormai non c’è stralcio di testo latino che non sia disponibile in rete(dagli eserciziari alle versioni canoniche, per non parlare delle guide didattiche, che sono un’implicita dichiarazione di incompetenza dei docenti), perciò, avendo un po’ di tempo a disposizione, ho scelto con cura e consapevolezza dei passi che ho tradotto ad occhio prima di sottoporli agli alunni. Ad occhio, però. Mentre correggevo, un passo mi ha fatto tribolare non poco, tenendomi incollato sulla sedia per ben due ore, ma sono riuscito a tradurlo. Al che il pensiero è volato ai miei alunni. In due ore sono riusciti a tradurre tutto il testo e alcuni hanno pure giustificato con un commento una scelta anziché un’altra. I voti ne hanno risentito del colpo, ma non più di tanto. Un minimo di considerazione glielo devo, date le difficoltà. Per loro -questo conta- è stato un momento duro, ma educativo, soprattutto per chi, fra loro, ritiene di essere giunto alla meta finale. Non si arriva mai. E lo dimostra il fatto che anch’io, come loro, ho faticato per tradurre un periodo ostico. In più con l’ebbrezza, che non provavo da tempo, di annullare la dimensione temporale(ho realizzato dopo che erano trascorse due ore)e di immergermi in un mare sconosciuto e con la gioia finale di essere giunto a riva. Almeno per il momento.

Informazioni su melchisedec

cultura
Questa voce è stata pubblicata in cronache extra-scolastiche, interpretare. Contrassegna il permalink.

11 risposte a La sosta prima della meta

  1. ildiariodimurasaki ha detto:

    Racconto fascinoso. Anche per i professori non semore tradurre è facile.
    Al liceo facevamo un sacco di battute sui professori che prima di venire in classe da noi si rimpiattavano in Sala Professori a ripassare la lezione… solo quando ho cominciato a insegnare mi sono accorta che era esattamente quel che facevano! 🙂

    Mi piace

  2. melchisedec ha detto:

    @Il mio dovere/amore, 76SF.

    @Murasaki, mi sono divertito molto, stando curvo sul testo. I ragazzi sono stati bravi, tutto sommato.
    La sala dei docenti è animata spesso da docenti che sfogliano pagine. A casa probabilmente non hanno avuto tempo e approfittano dell’ora d’aria. Fatti loro, non miei. Preferisco organizzarmi a casa.

    Liked by 1 persona

  3. pensierini ha detto:

    Che bravi, i tuoi alunni! Pochissimi, dei miei colleghi, fanno tradurre, nelle verifiche scritte, dei passi sconosciuti!

    Mi piace

  4. melchisedec ha detto:

    Sí, si è diffusa questa moda. Anche da me in effetti. Il bello è che poi il DS guarda in cagnesco allo scrutinio chi presenta qualche alunno con tre in quinta. Ma io non mi fermo. Stampo due e tre anche in quinta. Ma non è il caso degli attuali.
    Ho dei gioielli.

    Non so come si comporterà la nuova dirigentessa.

    Mi piace

  5. Ornella Antoniutti ha detto:

    Vien quasi voglia di rimettersi a studiare latino.

    Mi piace

  6. 'povna ha detto:

    Che bel quadro domenicale. E come conosco quella sensazione di perdita di cognizione temporale!

    Mi piace

  7. melchisedec ha detto:

    @Davvero, Ornella? Mi fa piacere.

    @Immagino, Povna.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...