Alettriofobia

Dunque, io, dei galli, ho paura. E per questo sentimento c’è anche un inizio, collocabile nella mia infanzia, quando si giocava per strada con tutto quanto fosse disponibile, compresi gli animali. Stuzzicarli era il mio gioco preferito. Ma anche dei miei compagni di strada. Giusta punizione così mi fu inflitta da un gallo mastodontico, che aggredendomi mi ferì la fronte con una beccata. Non vi sto a raccontare la lite furibonda che ne scaturì tra vicini di casa. E la febbre notturna che mi assalì per la paura. 

Oggi, però, vedendo questo splendore, non ho resistito ed eccolo qui, magnificamente variopinto.

Sulla rete metallica un amento di noce.

Nessuna traccia delle galline, che so esserci.

Informazioni su melchisedec

cultura
Questa voce è stata pubblicata in animali, ars imagines luce exprimendi, fotografia, parole come gioielli. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Alettriofobia

  1. Ornella Antoniutti ha detto:

    Credo che spesso venga sottovalutata la pericolosità di questi animali “da cortile”, pennuti o meno. Io personalmente preferirei affrontare un botolo ringhioso piuttosto che un branco di oche inferocite o un tacchino infuriato. Bellissimo esemplare questo tuo crestato!

    Mi piace

  2. rosenuovomondo ha detto:

    Ho imparato una parola nuova, che non conoscevo, ma non una paura nuova. Sono una di campagna e la mia prima infanzia l’ho trascorsa adempiendo al compito che spetta a tutti i bambini, raccogliere le uova al mattino dalle galline… certo però… c’era anche il gallo… ricordo certe corse…e alcune uova rotte…

    Mi piace

  3. melchisedec ha detto:

    @Ornella, hai ragione, pensa che, qualche anno fa, un gruppo di oche del laghetto artificiale costruito attorno al Clitunno assalì due mie alunne.

    @Rose, ti capisco, idem per me.

    Mi piace

  4. albaplena ha detto:

    io da piccola in croazia sono stata assalita da due tacchini! gli sono sfuggita saltando dentro un abbeveratoio ….. ero sui tre anni, meno male che non sono affogata hihihihihihihihihi

    Mi piace

  5. Alidada ha detto:

    è un esemplare stupendo!

    Mi piace

  6. melchisedec ha detto:

    @Pestiferi i tacchini, Alba. GR grrrrrrr…

    @Bello davvero, Alidada.

    Mi piace

  7. c’è sempre un tempo per le riconciliazioni quando ti sorprendono nella bellezza del pigmento, piccoli e gradevoli “inganni” dai quali ci si lascia placidamente riconquistare. Mai visto uno così variopinto, che abbia avito un avo pappagallo … :;)
    Ray

    Liked by 1 persona

  8. melchisedec ha detto:

    Deve esserci stato un avo pappagallo, Ray, deve esserci stato. At m… 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...