Paralisi di gioia

0af1a81c5ec15bb9157d952e6f94e385Gli ultimi, gli ultimi, senza appello. L’incompetenza informatica di tutti i commissari, me compreso(che mi son sempre ritenuto in grado di…), e un errore madornale, di cui ci siamo accorti poco prima di pubblicare i risultati finali, hanno rallentato, fino alle crisi isteriche e nevrotiche delle commissarie, i lavori della commissione lenta. La lentezza come motto degli esami di quest’anno non ha sempre dato buoni frutti. Eppure l’alba dell’ultima giornata d’esami, tra candidati eccellenti e verifica certosina di tutti i passaggi burocratici, aveva fatto sperare bene; dopo giorni di afa e tasso glicemico alle stelle(per via delle colazioni e merende epuloniche, tra la pausa ufficiale e quelle di passaggio di consegne da un candidato a un altro), tutti avevamo immaginato di poter concludere alle 14, invece dall’edificio scolastico siamo usciti alle 19. Quindi, se la matematica non è un’opinione, abbiamo accumulato ben 5 ore di ritardo tra telefonate a numeri verdi, gialli e rossi e mobilitazione di esperti(mai esperti nel concreto), incazzature e invocazioni di ausilio agli Inferi e ai Superi, appelli a talismani e medagliette miracolose, rimpianto crepuscolare per le vecchie carte da riempire a penna e per ai miei tempi era meglio che ora. I fatti, le vicende e le cose occorsi hanno, però, un nome: imperizia, incompetenza, superficialità. Così queste maledette cinque ore mi hanno tolto il gusto di assaporare la gioia degli esami, condotti dai miei alunni, e dei loro risultati. Dopo cinque anni mi porto un bel gruzzoletto: 4 cento, di cui uno con lode. A parte i voti dagli ottanta a salire. Ma anche questo poco importa. La gioia scaturisce dal sentimento di riconoscenza, che i ragazzi mi hanno dimostrato in questi giorni. Sono stati cinque anni di silenzio. E invece, a conclusione, si sono scatenati con mail, dichiarazioni pubbliche davanti alla commissione lenta, sguardi di complicità, saluti e abbracci dei genitori. E un libro, sì, un libro a me dedicato( sono l’unico a possederlo), che ha scritto un mio allievo, un prosimetro di genere epico, che racconta le vicende scolastiche di cinque anni con protagonisti gli alunni di alcune classi e noi professori. Un piccolo capolavoro assimilabile, per spirito e genere, alle opere di Anton Francesco Grazzini, di Teofilo Folengo e di Berni.

Gioia, gioia, gioia.

E so che non finisce qui la parte diciamo umana del mio lavoro. Anche le esterne si son dovute arrendere alle situazioni di fatto e si sono complimentate con gli interni. E proprio Icovellauna, la più rigida, con cui inizialmente mi son beccato, si è rivelata una professionista saggia e intelligente. E siamo diventati amici. E abbiamo parlato, nelle pause, di libri, di didattica, di percorsi. La gioia di questi giorni è stata perciò incontenibile, soltanto ora riesco a parlare degli esami.

La paralisi emotiva adesso è terminata.

15 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. 'povna
    Lug 11, 2015 @ 01:19:22

    Che bellezza. Una cosa così fa dimenticare persino le cinque ore…

    Mi piace

    Rispondi

  2. ildiariodimurasaki
    Lug 11, 2015 @ 10:27:51

    Arrotolati intorno al lieto fine come un serpente boa intorno al suo pasto, e accantona tutto il resto. E felicitazioni a tutti ^__^

    Mi piace

    Rispondi

  3. lanoisette
    Lug 11, 2015 @ 13:54:29

    che meraviglia. te lo meriti, Mel.

    Mi piace

    Rispondi

  4. Ornella Antoniutti
    Lug 11, 2015 @ 19:33:45

    Hip, hip, hip, hurrà ! Hurrà! Hurrà!

    Mi piace

    Rispondi

  5. Ilaria
    Lug 11, 2015 @ 21:39:40

    Che bello, che bello, che bello leggere questo post, la seconda parte trasmette una gioia che fa dimenticare i patemi della prima. Sono tanto contenta per te perché so che è tutto meritato. E i cinque anni di rispettoso silenzio che ora si spalancano in tanto riconoscimento, scaldano veramente il cuore e lo fanno volare. Bravo e bravi i tuoi studenti! Bellissima l’idea del libro e bello trovare una nuova amicizia!

    Mi piace

    Rispondi

  6. Billy Hunt (@BillyHunt69)
    Lug 11, 2015 @ 22:30:02

    …ma certo… lascia stare pure l’imperizia e l’inefficienza dei sistemi informatici e chi li adopera e di chi li fornisce .. tra l’altro in questo per facilitare alcune azioni si stanno perdendo funzionalità, codici e linguaggi, è quasi normale che si generi confusione in questo senso ultimamente se si imposta una “rete al volo”.. Molto meglio i vostri tanti tanti punti che hanno convalidato i risultati e spiegano la grandiosa bellezza del dono che ti hanno fatto e si sono anche loro “ricevuto” , l’autore in primis 🙂 Meritatamente.
    Buone ferie grande Prof. – un abbraccio – Raymond

    Mi piace

    Rispondi

  7. iomemestessa
    Lug 12, 2015 @ 00:46:50

    Tanta, tanta roba. Te lo meriti, Mel

    Mi piace

    Rispondi

  8. melchisedec
    Lug 12, 2015 @ 09:40:38

    Rispondo a tutti con un unico commento.
    Vi ringrazio intanto; non so se io lo meriti o meno, però devo dirvi che il “controllo” degli esterni è stato utile, perché talvolta può succedere che uno si ubriachi di se stesso e dei propri alunni, perdendo il senso della misura della valutazione. Poi c’è il versante umano, affettivo; quest’ultimo è importante tanto quanto il primo aspetto. Sentirmi dire da un alunno “quello che so e sono lo devo a Lei” o “grazie per avermi fatto amare la letteratura” mi riempie di orgoglio. Infine posso dire che la scuola buona c’è a prescindere dai ritocchi antidemocratici del nostro attuale orientamento politico.
    Grazie a tutti! 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  9. roceresale
    Lug 13, 2015 @ 20:53:34

    Arrivo tardi, ma per dirti banalmente che son contenta anche io, per te. Tanto.

    Mi piace

    Rispondi

  10. albaplena
    Lug 13, 2015 @ 21:42:12

    carissimo mel, a parte le doverose felicitazioni per quanto racconti nel post, volevo dirti che sono rimasta molto colpita anzi diciamo pure scioccata da una cosa che ho appreso sui giornali: il presidente della regione sicilia si è fatto praticare da un chirurgo plastico …. ecc. ecc. (non avrei problemi a dire cosa ma non so se ti darebbe fastidio) facendo passare l’intervento come rimborsabile dal Servizio Sanitario Nazionale. Ti andrebbe di fare un post sull’argomento? io sono rimasta piuttosto sconvolta per tutto, dall’oscenità alla meschinità, alla piccineria, e mi piacerebbe sapere cosa ne pensa una persona integerrima come te di un simile orrore. A me già veniva da piangere quando hanno arrestato il nostro Sindaco di Venezia per lo scandalo del Mose! e quando l’ex presidente della Regione Veneto, Galan, fu arrestato pure lui. Mi prende una desolazione indescrivibile! come consideri tu simili squallori?

    Mi piace

    Rispondi

  11. melchisedec
    Lug 14, 2015 @ 09:08:14

    @Grazie, Roce! 🙂

    @Albaplena, intanto grazie!
    Che dirti sull’altro argomento? Mi hanno riferito il fattaccio(ammesso che sia vero)i miei amici e stento a credere che sia avvenuto, ma tutto è possibile. Se il tutto risponde al vero, si tratta dell’ennesima conferma della corruzione del cittadino italiano, che usa i soldi pubblici per rifarsi una parte del corpo. E che parte! Non mi stupisco più di nulla e di ciò ho paura, paura di me stesso. D’altra parte cosa pretendiamo? Non c’è più alcun orizzonte di senso atto a limitare l’essere umano. Morale, fede, decenza. Il nulla. E poi ci lamentiamo? Il corpo è oggetto tra gli oggetti. Vendibile, riciclabile, mercificabile, cedibile. Orrore.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • albaplena
      Lug 15, 2015 @ 14:26:09

      io non sono arrivata ancora all’atarassia, queste cose mi sconvolgono e ancor più mi sconvolge la sfrontatezza di costoro che, invece di sparire dalla scena politica, vanno avanti imperterriti con sfrontatezza granitica. Ah, la divina indifferenza di cui parla Montale! spero di arrivarci pure io.

      Mi piace

      Rispondi

  12. linda
    Lug 14, 2015 @ 10:02:24

    Il finale più bello! Congratulazioni a tutti!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...