Carmelitare d’estate


Ieri sera mi sono fatto la circumnavigazione del paesello insieme alla vulcanica Marianeve, alla quale non ho potuto negare la mia compagnia di processione davanti alla vara della Madonna del Carmelo, che il calendario liturgico cattolico fissa al 16 luglio. Marianeve, infatti, è molto devota a Maria del Carmelo e, ogni anno, sfila con scapolare carmelitano e candela. È stata, come sempre, un’avventura, quando c’è di mezzo lo zampino di Marianeve. Il caldo umido ci ha fatto grondare di sudore e la sensazione di madore sembrava potenziata dalle numerose fiammelle delle candele dei fedeli; nelle viuzze strette poi si rischiava di soffocare. Soltanto al termine della processione, grazie anche all’ariosità delle strade moderne, si è tornati a respirare. Nonostante il disagio del clima, Marianeve ha dato battaglia a tutti, ora rimproverando chi, infischiandosene delle poste di rosario, chiacchierava, ora inveendo contro il comune, quando un ratto ha fatto capolino da un vecchio pollaio di strada, ora lanciando di qua e di là le sue occhiate curiose alla ricerca di un’anomalia da segnalarmi. Contrariamente ad altre simili occasioni la carmelitana, quasi perfettamente calata nella parte, ha taciuto però per gran parte della processione, limitandosi a qualche saluto di conoscenti incrociati lungo le vie. Credo che il caldo soffocante le abbia giocato un brutto tiro e perciò nel complesso è rimasta quieta. Al termine del corteo mariano siamo rimasti in piazza per assistere ai giochi pirotecnici; smuoverla da lì neanche a pensarlo, infatti Marianeve ha tirato fuori il cellulare per fotografare tutto il gioco di luci e suoni, o rumori per le mie orecchie. Subìto l’ultimo botto, il più fragoroso, è maturato il tempo del ritorno. Con tanto di ringraziamento alla Vergine del Carmelo. 

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Billy Hunt (@BillyHunt69)
    Lug 18, 2015 @ 23:51:02

    se non mi ricordo male le “organizzazioni Marianeve” sono quelle che sovente ti scombussolano ma che poi racconti di gran cuore consapevole di esserti ampiamente divertito. Mi sembra lei stessa alquanto pirotecnica, non poteva tradire quei fuochi regalati alla Vergine del Carmelo 🙂
    (nel contempo pensavo che qui non si fa più quasi nulla … a parte le sagre gastronomiche, e pensare che di devoti a vari santi ce ne sono ancora)
    Ray

    Mi piace

    Rispondi

  2. melchisedec
    Lug 19, 2015 @ 08:33:41

    Ray, le organizzazioni “marianevose” inizialmente mi fanno appagnare(imbizzarrirsi)come un cavallo, poi ne rido come un scimmione animato. At… 🙂

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...