Non levis

Un inno calcistico, che per sua natura non ha un destinatario mediamente accademico, ma per lo più popolare, dovrebbe tenere conto sia della orecchiabilità della melodia, sia della capacità di imprimersi in modo immediato nella memoria degli interessati. Riecheggiano ancora nelle mie orecchie le note della canzone nazional-popolare della Nannini e di Bennato in occasione dei Mondiali del ’90, ma chi si appresti ad ascoltare la musica dell’Inno di Allevi proverà un sentimento di stordimento acustico, ma familiare, che lo catapulterà o nella galassia di Superman o sul set di Guerre Stellari. Retoricamente trionfalistica la musica, trionfalisticamente retorico il testo, redatto in lingua latina(vengono i brividi a me che amo la lingua latina, figurati a un tifoso!)e nell’immancabile lingua inglese. Non va meglio il testo sotto il profilo del significato e delle scelte lessicali, che saccheggiano i campi semantici della guerra, della tradizione biblica e della religio christiana e della politica antica. Tra l’altro, alcune di queste parole possono essere adoperate in un campo o nell’altro. Neanche il richiamo a Tito Livio, necopinatum gaudium, peraltro riportato erroneamente anche nel sito di Allevi, magicamente convertito nell’inesistente necopitatum, basta per definire “bello” l’Inno della Lega Serie A. Una nobilitazione poco riuscita. Almeno secondo i miei gusti. 

O generosa magnitudo!

O generosa veni ad nos!
Victori gloria, cum honestate semper movetur cor eius. (2 v)

Victori gloria
Victori gloria
Victori gloria
Custodi animum tuum
ut a corruptione abstineat
necopinatum gaudium accipies
O generosa!

Gloria, I say to you, Alleluia!
winner you will be in your heart Gloria,
I say to you Alleluia!
winner you’ll be in your heart
always you’ll be.

(traduzione)

Oh forza nobile!
Oh nobile, vieni da noi!
Gloria al vincitore
il suo cuore si muove sempre con onestà.

Gloria al vincitore
Gloria al vincitore
Gloria al vincitore
Custodisci la tua anima
affinché si astenga dalla corruzione,
riceverai una gioia inaspettata
Oh nobile!

Gloria, a te dico, Alleluia!
vincitore sarai nel tuo cuore
Gloria, a te dico, Alleluia!
vincitore sarai nel tuo cuore
sempre lo sarai.

Informazioni su melchisedec

cultura
Questa voce è stata pubblicata in attualità, parole come gioielli e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Non levis

  1. 'povna ha detto:

    Hai ragione, risuona come una specie di parodia di esordi cinematografici alla Guerre stellari e fanfare di Topolino nella musica, e le parole sono semplicemente agghiaccianti oltre che poco pertinenti al contesto, un gran mischione di retorica e nulla più.
    A mio giudizio, un brano brutto comunque. Pensando al contesto, poi, raccapricciante addirittura.

    Mi piace

  2. 76sanfermo ha detto:

    Por favor!
    Sono d’accordo con te , e’ cervellotico e pretenzioso.
    Non sarà mica uno scherzo?

    Mi piace

  3. melchisedec ha detto:

    @Un pasticcio sotto ogni profilo, Povna.

    @No, no, tutto reale, 76SF.

    Mi piace

  4. mazzamerije ha detto:

    Non l’ho nemmeno ascoltato ancora. Ma il testo mi sembra perfettamente adeguato.

    Io non mi aspetto che da quella fogna di imbranati cialtroni che compongono e dirigono la Serie A del calcio italiano (quindi i committenti) esca addirittura un testo che significhi qualcosa o che si allontani troppo da una canzoncina dei balilla nel ’37.

    Mi piace

  5. melchisedec ha detto:

    @Mazzamerije, nutro sempre aspettative, anche da settori a me estranei o che mi fanno rabbrividire.
    Il testo è ampolloso e vuotamente retorico. Come i committenti, di cui tu parli.

    Mi piace

  6. ildiariodimurasaki ha detto:

    Felix brevitatis, se non altro. E immagino che su quel testo fosse difficile mettere buona musica (se sono partiti dal testo. Ma vai a sapere?).
    Ma in effetti sì, dobbiamo ammettere che si è sentito di meglio.

    Mi piace

  7. melchisedec ha detto:

    @Per fortuna è breve, Murasaki. Mi pare l’unico pregio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...