Cambiare

Inauguro il mese di agosto, com’è mia consuetudine, con un nuovo vestitino per la testata del template, che ho scaricato da un sito di illustrazioni, e nuovi caratteri, che WP, per la prima volta, ha gratuitamente messo a disposizione per tutti gli utenti. Ce ne sono di carini e si può scegliere il carattere ad ognuno congeniale sia per l’intestazione, sia per il corpo centrale del blog. Per sperimentare, è sufficiente seguire il seguente percorso: aspetto, personalizza, caratteri. Quelli gratuiti non sono contrassegnati dalla sigla Tk.

Sempre a proposito di blog, ne ho scoperto uno casualmente, mentre ricercavo notizie sulle signore della lavanda(da me ribattezzate) del post precedente; si tratta di Nonnaonline.it e si trova su piattaforma WP. Anche Grandmere ha scritto qualcosa di interessante sul film di cui sopra, ho provato a lasciare un commento, ma non è stato possibile. Non riesco a capire se il blog di Grandmere sia stato blindato ad hoc, se sia un blog volutamente autarchico o altro ancora. Tra l’altro ho letto altre pagine e mi sono piaciute molto per la scrittura semplice, immediata, che sa di vita vissuta all’insegna del buon senso e dell’aurea mediocritas. Mi sarebbe piaciuto commentare, ma non c’è niente da fare: il login mi “catapulta” fuori dal sito, pur essendo anch’io un utente Wp. Mi limiterò a leggere allora. Mi piace scoprire un nuovo blog, un’altra vita in scrittura per così dire; inoltre la maggior parte dei miei contatti bloggers, per motivi che giustamente mi sfuggono e che non sono di mia pertinenza, di fatto latita o ha abbandonato il blog. Si sa che i social, in una fase culturale in cui il godimento dell’immediato spopola sovrano, tirano più di un blog, che costringe invece a fermarsi, o ancora più semplicemente molti si sono stancati di scrivere.

E poi c’è la vita, con le sue sorprese.

8 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. 76sanfermo
    Ago 02, 2015 @ 11:15:52

    Intanto grazie di questo post che interpreta anche il mio pensiero.
    Grazie anche della segnalazione di Nonnaonline , ci vado subito…
    Ho notato che i blog basati esclusivamente su immagini , “tirano” molto più di quelli col testo. A parte la qualità di detto testo, credo che oggi non si voglia trovare il tempo per leggerlo…..molto meglio mettere:”Stunning”, su una , pur bella , foto!

    Mi piace

    Rispondi

  2. Ilaria
    Ago 02, 2015 @ 16:48:20

    Bravo Mel che hai dato le indicazioni tecniche sui caratteri, io sono così arrugginita che tra un po’ non mi ricordavo neanche più come si pubblicava un nuovo post, figurati personalizzare il template, devo studiare! 😛
    Mi sa che sul blog di Grandmere non si può proprio commentare, ci ho provato anch’io ma vengo proprio “rimbalzata”… ma mi ha fatto piacere trovare comunque un nuovo blog che racconta semplicemente piccoli brani di vita.
    Sull’ultima questione che poni, ci sarebbe da scrivere più di un saggio. In ogni caso proprio pochi giorni fa riflettevo con un mio amico ex blogger ma nel frattempo diventato amico nella vita (che forse ricordi tra i miei commentatori: Commediorafo) sul fatto che, se ci pensi, il buon vecchio Splinder era una piattaforma social quando ancora non c’erano i social; era strutturata apposta per fare conoscere tra loro i blogger con i loro rispettivi blog e c’erano pure i messaggi privati. La home era organizzata proprio per favorire la scoperta di nuovi blog. Quindi era un antesignano dei social ma senza la frettolosa superficialità dei social. Siamo stati fortunati a vivere quell’epoca (senza contare il non trascurabile fatto che quel poco che so di html lo devo proprio a splinder e a tutti gli esperimenti e gli studi fatti da autodidatta ogni volta che volevo fare qualche modifica al template e dovevo decifrare quei codici “ostrogoti”). Io ho deciso di tornare a scrivere sul blog proprio perché fb non soddisfa il mio bisogno di fermarmi a raccontare… ci si sente quasi obbligati a scrivere post brevi e possibilmente divertenti, il che va anche bene, ma nella vita ci sono tante riflessioni e tante situazioni belle o brutte che non possono essere strette in poche righe o in una battuta. Così come non ho mai smesso di leggere i racconti sui blog altrui, che mi arricchiscono molto più di qualche battuta su fb (anche se comunque fb lo uso volentieri).

    Mi piace

    Rispondi

  3. Mr.Loto
    Ago 02, 2015 @ 17:35:36

    … come ti capisco. Anche io ho perso molti “amici” di blog per via dei social e mi è dispiaciuto parecchio. Uso i social anche io ma il blog è un altra cosa, ti permette di approfondire, scambiare opinioni ed imparare anche a conoscere le persone che sono dietro allo schermo e con le quali scambi pensieri da anni.
    Un saluto e l’augurio di una lieta domenica sera.

    P.S. Splendida canzone; la scomparsa di alex Baroni è stata una grande perdita per la musica italiana.

    Mi piace

    Rispondi

  4. Billy Hunt (@BillyHunt69)
    Ago 02, 2015 @ 23:23:09

    per essere Nonna mi è sembrata molto sveglia e attenta al primo acchito 🙂 Siano sempre benedetti nuovi incontri la dove i social non possono sovrastare il blog, con il giusto tempo cadenzato, e non sempre una “vertigine” di fatti (o fatterelli) spesso inutile o non veritiera. Il blog è custodia di pensieri spesso elevati, per lo meno, a mio punto di vista. Chissà ..forse qualcuno ha già fatto delle statistiche 🙂 Buone giornate e buoni “nuovi incontri” caro Prof!
    Ray

    Mi piace

    Rispondi

  5. melchisedec
    Ago 03, 2015 @ 08:27:35

    @76SF, l’impegno della scrittura può diventare noioso per chi non ama scrivere, ma tuttavia scrive per “vomitare” l’immediatezza del vissuto.

    @Ecco! Mi conforti Ilaria. concordo, concordo.

    @Mr Loto, l’impermanenza domina, come sempre, regina.

    @Ray, una casa il blog, dove si custodiscono i pensieri, i sentimenti, “alti” e “bassi”.

    Mi piace

    Rispondi

  6. lanoisette
    Ago 03, 2015 @ 10:46:21

    So di latitare, caro Mel, e me ne dispiaccio, ma la scrittura della tesi mi assorbe completamente. inoltre, proprio perché le mie giornate sono piuttosto monotone, non ho neppure granché da scrivere. però continuo a leggervi.
    spero che il rientro novembrino porti nuova linfa al mio blog.
    buona estate.

    Mi piace

    Rispondi

  7. roceresale
    Ago 03, 2015 @ 14:59:39

    Latito un pizzichino pure io, a tratti. Di solito mi accade quando ho più fame di leggere, in generale, e più fame di vita. Qualcosa di molto simile a quel che canta il buon Paolo Conte in un suo brano eccezionale “ma più che scriverti e telefonarti eventualmente incontrarti vorrei…” Un saluto e grazie della segnalazione, anche.

    Mi piace

    Rispondi

  8. melchisedec
    Ago 03, 2015 @ 16:39:14

    @Ci mancherebbe, Lanoisette! E’ vero: se si è fagocitati da un impegno costante per qualcosa che ci sta a cuore, il resto passa in secondo piano.

    @Roce, per me accade l’opposto: più “vivo”, nel senso di esperienze fatte, più scrivo. Buon Paolo, davvero.

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: