La regina dell’estate: la melanzana

L’estate è sempre una buona occasione per mettersi davanti ai fornelli e sbizzarrirsi, se le temperature lo consentono. E le piogge dicono sì.

Melanzanine ammuttunate(abbottonate), ossia ripiene di menta, aglio e caciocavallo. Da soffriggere per pochi minuti e poi tuffate in salsa di pomodoro. Cuocere come uno stufato.

Una frittata cotta al forno con melanzane, patate fritte, cipolla e delle foglioline di basilico.

7 thoughts on “La regina dell’estate: la melanzana

  1. Hai ragione, è proprio la regina dell’estate. Posso chiederti delucidazioni soprattutto sulla seconda? Mi pare cosa replicabile per la nostra settimana nel paese-che-è-casa. Grazie!

    Mi piace

  2. Che bontà entrambe! Hai ragione, col fresco finalmente si riaccendono i fornelli. Pensa che qui a Pesaro mettono la melanzana gratinata nella piadina (cosa che in Romagna non ho mai visto) ed è buonissima.

    Mi piace

  3. @Povna, ecco come ho proceduto: ho fritto le patate(a rondelle), ma le puoi anche lessare, se si vuole alleggerire la frittata, e tagliarle in seguito a rondelle; in tal caso non farle cuocere troppo, altrimenti sono pronte per un purée. 🙂
    Stessa cosa per le melanzane: leggermente soffritte(è sufficiente oliare la padella e farle cuocere a fuoco lento)o grigliate.
    Meglio la melanzana da noi detta “tunisina”, è più dolce della classica. Preparare la cipolla calabrese(se la trovi), affettandola a cerchi sottili, in modo che si possa dare anche un che di estetico al piatto. Appena saranno pronte patate a rondelle, melanzane, cipolla e basilico stracciato con le dita, procedi con la classica frittata: sbatti 6 uova(per 4/5 persone)energicamente, aggiungi un pizzichino di sale e pepe, 200 di grana o parmigiano e versa il composto dentro una pirofila circolare, resistente quindi ad alte temperature, non prima di averla foderata all’interno con carta da forno, spalmata d’olio d’oliva. Una pellicola d’olio, insomma. Se abbondassi, la frittata navigherebbe. Versato il composto, sistemerai a tuo piacimento estetico gli ortaggi. Nessuno ti impedisce di aggiungere altri formaggi, anche a tocchetti, od ortaggi, ma si rischia una macedonia di sapori.
    Poi in forno per circa 35 minuti a 150°; con uno spiedino di legno verificherai la cottura interna. Se dovessi accorgerti che i 35 minuti non sono stati sufficienti a far dorare la parte superiore della frittata, un colpo di grill, non più di 7 minuti.
    Non troppo sale, mi raccomando. Le frittate sono delle spugne voraci di sale.
    Mi auguro di essere stato chiaro. Facile e sbrigativa.

    @Deve essere gustosamente leggera, Ilaria. I miei ex allievi si rimpinzarono di piadine a Pesaro. Che ricordi!

    Mi piace

  4. Io adoro le melanzane, da sempre, tanto che una quindicina di anni fa ne feci una terrificante indigestione, di quella da passarci la notte in bagno (erano state fatte con una ricetta che, non so perché, era detta a casa mia “all’egiziana”, ovvero coi cubetti di melanzana prima fritti e poi stufati in pomodoro, aglio e basilico). da allora, per anni solo l’odore o la vista mi hanno dato il voltastomaco, ora va molto meglio, ma devo essere molto parca nelle dosi, purtroppo.

    Mi piace

  5. @Lanoisette, la melanzana è costituita per gran parte da acqua, quindi mi stupisco che sia la causa; se per innaffiare le melanzane che hai mangiato è stata usata acqua non proprio pulita o qualche sostanza chimica(ma questo non potevi saperlo), allora la tossicità è alta. Può essere, invece, l’aglio il colpevole? E’ molto tossico per alcuni. Da pronto soccorso, direi. Se è accertato che ti fanno star male, meglio essere parchi. 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...