Vassoio o barchetta

Alcune mie conoscenti, capeggiate da Marianeve dalle braccia bianche in qualità di direttrice inflessibile delle attività, sono già indaffarate per la confezione delle pecorelle pasquali, che saranno vendute per beneficenza; nella foto la prima fase della lavorazione.

25124841851_de628ef51e

Le pecorelle ritratte sono il frutto della lavorazione di un chilo di farina di mandorle(costo 13 euro al kg), un chilo di zucchero a velo, una confezione di glucosio da 100 grammi, una fiala di essenza di mandorle e acqua. Servono mani forzute per impastare la farina di mandorle e amalgamare gli ingredienti. Dopo qualche giorno si procede con la rifinitura dei particolari: qualche pennellata di cacao sciolto in acqua per realizzare qualche striatura sul dorso, colorare il muso, le orecchie e gli occhi. Ciascuna pecorella sarà collocata su un vassoio dorato o una barchetta, e a questo punto le amiche si schierano su due fronti, le filo-vassoio e le filo-barchette(Marianeve è per il classico vassoio), e abbellita da un fiocchetto rosso posto sul collo; sul vassoio ovetti di Pasqua e smarties variopinti daranno un tocco finale di allegria.24850378809_267a0e6c3eIn questa foto una sezione del negozio, dove ci si rifornisce di tutto. E dove si rincretinisce per la varietà di colori, forme e leccornie varie.

 

 

8 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ildiariodimurasaki
    Feb 24, 2016 @ 13:22:22

    CHOMP!!!!
    Questa sì che è benificenza utile e beneficissima!

    Mi piace

    Rispondi

  2. melchisedec
    Feb 24, 2016 @ 18:35:45

    E oltremodo sostanziose, Murasaki! 😀

    Mi piace

    Rispondi

  3. albaplena
    Feb 24, 2016 @ 21:57:11

    ma che cosa carina!!!! ricordati per favore di mettere le foto delle pecorelle quando sarà Pasqua! non credo di averle mai viste.

    Mi piace

    Rispondi

  4. albaplena
    Feb 24, 2016 @ 21:57:45

    e poi mi piace questa immagine omerica di Marianeve dalle bianche braccia, come penelope o nausicaa

    Mi piace

    Rispondi

  5. melchisedec
    Feb 25, 2016 @ 06:10:25

    @Albaplena, certamente provvederò. In questi giorni si disputerà sulla quantità di cacao da usare per le striature. Immagina MariaNeve! .-)

    Mi piace

    Rispondi

  6. Ornella Antoniutti
    Feb 25, 2016 @ 19:02:35

    La mitica Maria Neve ha ragione: vassoietto. Quando mai si è visto un tenero agnellino tutto solo sopra una barchetta?

    Mi piace

    Rispondi

  7. melchisedec
    Feb 25, 2016 @ 21:03:30

    @Ornella, vedremo chi la spunta.

    Mi piace

    Rispondi

  8. Trackback: E vassoio fu | Il fromboliere entusiasta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: