Bruciare

27458391380_20ec09acf3Mentre i canadair sorvolano il cielo di mezza Sicilia e si spengono gli ultimi fuochi, covano ancora sotto la cenere i tizzoni dello scrutinio di fine anno che è stato veloce e meno polemico di quanto mi aspettassi. Nonostante i piromani avessero alimentato qualche focolaio di delazione, tutto è filato liscio; la vittima infamata non ero tanto io quanto una collega, che si è difesa con le unghie e i denti. Ho fatto la mia giusta parte, sostenendo con argomentazioni fondate le posizioni della professoressa rea. Rea di aver svolto egregiamente il suo lavoro.

In una delle classi il linguaggio dei colleghi ha attinto abbondantemente alla fonte ospedaliera; mi è parso di trovarmi in una sala di rianimazione: alunni da salvare, medicamenti prodigiosi dell’ultimo momento, interventi d’urgenza.

Io attonito, ma lucido. Tanto quanto bastava per soffocare tutti i roghi.

Tra qualche giorno l’avventura degli esami di stato in un altro liceo.

Auguri a tutti i colleghi impegnati! Rigore e correttezza con una buona dose di sana humanitas.27125570583_e1b88478c2

 

Informazioni su melchisedec

cultura
Questa voce è stata pubblicata in cronache extra-scolastiche. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Bruciare

  1. ornella ha detto:

    Non sempre chi è reo di aver compiuto il proprio dovere trova qualcuno che lo appoggi con argomentazioni fondate. Quindi la tua collega è davvero fortunata! Il tuo post è un modello di concisione, ironia e di storia nella storia: fuoco reale sulla terra di Sicilia e fuoco metaforico tra le mura scolastiche. So per esperienza che il “processo” poteva finire male !

    Mi piace

  2. melchisedec ha detto:

    @Ornella, è molto facile trovare in un consiglio di classe un capro espiatorio, su cui scaricare le responsabilità, ma è altrettanto difficile trovare qualcuno che osteggi in qualche modo la politica della rianimazione. 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...