Dame e damerini

 

31303639186_094e7bf25cSolo ed esclusivamente per una forma di rispetto verso l’autore, chiamatela anche ipocrisia sociale, ho partecipato l’altro pomeriggio alla presentazione di un libro in una delle cornici più splendide dell’arabo-normanno palermitano. Avendo con me un caravanserraglio di monache anziane e pasciute con dama di carità al seguito, ossia Marianeve, ho dovuto acquistare un pass giornaliero al costo di 5 euro per accedere all’area ztl e poter così depositare le amiche direttamente sull’uscio del palazzo. Poi è scattata la ricerca tormentata del parcheggio, trovato per fortuna a circa 700 metri di distanza dal palazzo, e la corsa verso la sala per arrivare puntuale. Ma che! Una fila indiana lunghissima per l’accesso a causa dei controlli polizieschi, eseguiti con una metodicità così snervante che, se fossi stato solo e autonomo, avrei rinunciato. Invece ho fatto la fila e superato il varco. Più fortunate le compagne di merenda libraria che, in netto anticipo rispetto a me e a tanti altri, sono riuscite ad entrare con celerità. Ho raggiunto la sala della presentazione del libro credendo di essere in ritardo, ma è trascorsa un’altra ora prima che il calvario iniziasse. A parte un relatore, gli altri mi hanno annoiato non poco e perciò ho trascorso il tempo a leggere il libro più che ad ascoltare le loro ciance. Nell’ora dell’attesa, mentre tutti stavamo seduti con gli sproni sotto il deretano, di Marianeve nessuna traccia. È riapparsa, giuliva e trionfante, poco prima dell’inizio dei saluti di rito. Il mistero del temporaneo scioglimento Marianeve l’ha mostrato lei stessa: un book fotografico avente per scenografia le sale del palazzo e per presenza umana lei stessa, fattasi immortalare da un commesso, che è riuscita a corrompere con le sue moine da signora navigata. Il valletto l’ha condotta dove ha potuto e si è improvvisato fotografo.

Dopo tre ore l’incubo è terminato.

A ciò si aggiunge una mia considerazione che mi ha lasciato un po’ di amarezza: la sproporzione tra l’importanza del libro e dell’autore e il luogo scelto e ottenuto per la presentazione. Così va ancora il mondo nel secolo ventunesimo. Per agganci politici.

 

 

13 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ljac48
    Dic 01, 2016 @ 07:00:21

    Ahahah, da morire!!
    A parte l’amara considerazione finale, sulla quale non si può far altro cge concordare!!!
    Questa Marianeve sembra un personaggio degno di molti post. 😀
    Molto divertente!!

    Mi piace

    Rispondi

  2. ornella
    Dic 01, 2016 @ 19:19:03

    Marianeve non si smentisce mai. 😀
    Ma pensando a tutto l’evento, davvero, a quali tormenti ci dobbiamo talvolta sottoporre per mantenere un buon rapporto con i nostri amici!!!

    Mi piace

    Rispondi

  3. melchisedec
    Dic 01, 2016 @ 19:35:05

    @Ljac, Marianeve è un personaggio reale e mi ispira assai. A volte la detesto, però. 😃

    @Ornella, che mi tocca fare! 😂😂😂😂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

  4. albaplena
    Dic 01, 2016 @ 22:27:29

    Caro mel, in relazione alla tua ultima frase capisco perfettamente che ti abbia urtato. Ma pensa che concedono spazi al Louvre per fare cene di beneficienza o di moda!!! naturalmente fuori orario e a peso d’oro. Così come concedono di girare film (anche miserrimi) in palazzi storici dove vi sono affreschi delicati su pareti e soffitti che ai comuni turisti è vietato fotografare. Però le lampade potentissime dei cineasti, quelle sì le accettano a suon di quattrini.

    Mi piace

    Rispondi

  5. albaplena
    Dic 01, 2016 @ 22:29:41

    dimenticavo…. marianeve è troppo simpatica, a parte che il nome mi piace moltissimo. Sono certa che il commesso non ha avuto scampo davanti ad una signora navigata come lei!

    Mi piace

    Rispondi

  6. melchisedec
    Dic 02, 2016 @ 07:52:26

    @Nel caso da me riportato, Albaplena, l’aspetto economico è secondario, ma condivido ciò che dici.
    Nessuno, o quasi, sfugge a Marianeve. Conoscendola, mi aspetto di tutto e perciò, prima di rispondere alle sue domande, mi concentro su cosa rispondere. Una risposta avventata ed è la fine. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  7. Ilaria
    Dic 03, 2016 @ 18:03:16

    Con tutta questa pazienza ti sei guadagnato un po’ di “punti Paradiso”, come diciamo scherzosamente nella mia famiglia 😉

    Mi piace

    Rispondi

  8. melchisedec
    Dic 05, 2016 @ 20:16:32

    Cara, ti ho risposto. 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  9. Alidada
    Dic 08, 2016 @ 00:12:32

    mi sembra un’esperienza noiosa e a te poco gradita… peccato! Marianeve è molto simpatica ma stavolta faceva meglio ad andarci da sola 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  10. melchisedec
    Dic 09, 2016 @ 19:55:08

    A metà, Alidada.
    😀

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: