La sorpresa verrà

Se resisti la sorpresa verrà,

il peso di un merlo fa piegare il lillà(Leonardo Sinisgalli)

giustizia2

Nientemeno che alla dea Iustitia con tanto di spada e di bilancia!

Non c’è limite all’immaginario che prolifera nelle menti dei colleghi. Così mi ha definito scherzosamente, ma anche seriamente, un mio collega davanti agli alunni che, illusi di essere scampati all’eccidio presunto della prima ora, sono rimasti di stucco, quando mi sono presentato alla quarta di ora.

Ma procediamo con ordine!

Per problemi organizzativi e gestionali delle risorse umane(assenze dei colleghi)ho marinato la prima ora di lezione, ma il caso ha voluto che quell’ora persa fosse recuperata nella stessa giornata e l’occasione l’ha proprio fornita il collega dal brulicante immaginario, che ha dovuto cedermi proprio la sua quarta ora, dovendo necessariamente accompagnare un’altra classe ad una visita guidata. Cosa di cui costui non era a conoscenza. A suo modo l’ironico collega ha voluto patteggiare: avrebbe accompagnato quella classe lasciandomi in pasto la quarta ora, a patto che durante le interrogazioni io usassi clemenza verso gli illusi-disillusi della quarta ora, letteralmente disperati per lo scacco del destino.

La pantomima si è consumata davanti agli studenti: lui imitava Iustitia, io sfoderavo, costretto, un sorriso di benevolenza.

Vedi tu che cosa bisogna fare per mandare avanti la baracca-scuola.

 

Statuaria pugliese

Pur assediato dalle colleghe miscredenti(poi, però, quando s’ammalano di tumori che non lasciano scampo, alcune eccole prone ad un qualsivoglia altare di santo per invocare la grazia della guarigione o fulminate all’improvviso sulla via di Damasco!)sono riuscito a fotografare alcune statue di santi nelle chiese pugliesi. Un bel bottino.

 

img_6559

Sant’Alessandro Sauli

img_6557

Inserisci una didascalia

San Nicola

La Desolata 

Sant’Onofrio “pilusu”

Inserisci una didascalia

Santa Agnese

Sant’Antonio da Padova

Maria del Rosario

 

Fave in esilio 

In un campo coltivato a fave il contadino ammonisce: “Zona avvelenata, esule da ogni responsabilità”(Foto scattata stamattina a Otranto).

La “Bianca”

Il faro di Leuca

Leuca

Il santuario di Maria de finibus terrae

L’icona di Maria de finibus terrae