Idoli di carta

Quest’anno il rito è doppio. Una commissione su due scuole diverse, due plichi da chiudere. 

A pranzo, dopo un’ ulteriore e sfiancante verifica di documenti, come adepti di un rito ancestrale, abbiamo fatto cerchio intorno allo sciamano, che ha depositato l’idolo di carta sull’altare sacrificale. La vittima è stata dapprima avvolta in spesse bende di carta e di nastro da imballaggio e poi stritolata da un poderoso filo di spago; infine gli adepti hanno versato il loro sangue di inchiostro su ciascuna faccia dell’idolo a garantirne integrità e lunga vita nel silenzioso regno del burosauro italico.

La prossima settimana si rinnoverà il rito.

Informazioni su melchisedec

cultura
Questa voce è stata pubblicata in esami di stato, maturità, simboli, simbolo. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Idoli di carta

  1. gipsy2011 ha detto:

    Proseguo il discorso dei due post precedenti: tutti questi post sull’esame dimostrano che tu però l’entusiasmo lo hai conservato!

    Mi piace

  2. Dolcezzedimamma ha detto:

    La chiusura del pacco è il momento veramente più “sacrale”. Specie se si usa ancora la ceralacca!

    Mi piace

  3. ornella ha detto:

    Mitico bastoncino di ceralacca rossa, disciolto alla fiamma di una candela, con cui mio padre sigillava i pacchi natalizi da spedire ai nonni. A mo’ di timbro usava il mio anellino d’oro con le iniziali, regalo di battesimo.

    Mi piace

  4. melchisedec ha detto:

    @Gipsy, entusiasmo per il mio lavoro sì, per le carte meno. Con il post avrei voluto evidenziare un paradosso, ma non ci sono riuscito: i commissari, in genere, affrontano superficialmente gli esami, però, quando si tratta di chiudere il pacco, rivelano un afflato quasi religioso e un interesse così straordinario che si rimane basiti. 😂😂😂

    @Dolcezze e Ornella, in una delle scuole non usano ceralacca.

    Mi piace

  5. ildiariodimurasaki ha detto:

    Io mi taccio, molto divertita e un po’ rattristata perché alle medie ce la caviamo con un po’ di nastro adesivo e qualche firma sui bordi, e non ho mai visto l’ombra di un bastoncino di ceralacca in una scuola!
    Eppure anche il nostro è un esame statale. Penso che solleverò un’accorata protesta alle autorità competenti 🙂

    Mi piace

  6. ljac48 ha detto:

    Ahahah, che ricordi!!
    E al termine, la sensazione di essersi tolti un macigno tremendo…!

    Uhm…in pensione non si provano più certe ebbrezze…;-) 😉 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...