Pigli culinari estivi

Tempo d'estate, tempo d'insalate.

E non potrebbe essere altrimenti, se si considera che al tramonto, com'è naturale, si bolle più che a mezzogiorno. Anzi l'aria è ancora più rarefatta e pesa come un coperchio su una pentola di chioccioline appena ripulite che,
libere dalla bava rassodata, tentano inutilmente di sollevarlo per la fuga.

Dunque stamani, quando la luce del giorno era ancora nella fase crepuscolare, si sono lessati, ma non scotti, due etti e mezzo di riso da insalata con una spruzzata di dado vegetale, fatto in casa, e una spolverata di pepe bianco a fine cottura. Nel frattempo si sono tagliati in quarti 5 fette di una melanzana tunisina, una manciata di funghi porcini e 4 zucchini, destinati ad una griglia ustionante come il sole di questi giorni. Conditi con pochissimo olio extravergine e qualche foglia di basilico, ma solo a grigliatura ultimata, sono stati a dimora in attesa che il riso cuocesse e poi raffreddasse. Raggiunta la temperatura ambiente(cioè sempre calda), si è proceduto con l'incorporamento di tutti gli ingredienti: riso, funghi, melanzane e zucchini. Per colorare la pietanza, una pioggerella di mais, una grandinata di prosciutto cotto a dadini e 4 cucchiai di maionese leggera(dicono). Altre foglioline di basilico a guarnizione e, ben sigillata dentro una ciotola stile tupperware, ma in vetro, l'insalata è stata ibernata nel frigo che, rispetto all'esterno, pare un Cocito elettrico.

Si deve pur sopravvivere, no?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: