Pigli culinari estivi

Tempo d'estate, tempo d'insalate.

E non potrebbe essere altrimenti, se si considera che al tramonto, com'è naturale, si bolle più che a mezzogiorno. Anzi l'aria è ancora più rarefatta e pesa come un coperchio su una pentola di chioccioline appena ripulite che,
libere dalla bava rassodata, tentano inutilmente di sollevarlo per la fuga.

Dunque stamani, quando la luce del giorno era ancora nella fase crepuscolare, si sono lessati, ma non scotti, due etti e mezzo di riso da insalata con una spruzzata di dado vegetale, fatto in casa, e una spolverata di pepe bianco a fine cottura. Nel frattempo si sono tagliati in quarti 5 fette di una melanzana tunisina, una manciata di funghi porcini e 4 zucchini, destinati ad una griglia ustionante come il sole di questi giorni. Conditi con pochissimo olio extravergine e qualche foglia di basilico, ma solo a grigliatura ultimata, sono stati a dimora in attesa che il riso cuocesse e poi raffreddasse. Raggiunta la temperatura ambiente(cioè sempre calda), si è proceduto con l'incorporamento di tutti gli ingredienti: riso, funghi, melanzane e zucchini. Per colorare la pietanza, una pioggerella di mais, una grandinata di prosciutto cotto a dadini e 4 cucchiai di maionese leggera(dicono). Altre foglioline di basilico a guarnizione e, ben sigillata dentro una ciotola stile tupperware, ma in vetro, l'insalata è stata ibernata nel frigo che, rispetto all'esterno, pare un Cocito elettrico.

Si deve pur sopravvivere, no?

10 thoughts on “Pigli culinari estivi

  1. Anche io se devo ricettare fornizzo e griglio incurante del caldo. Mi piace molto l’idea delle verdure grigliate con basilico come condimento, anche se, rifacendola, per il mio gusto, toglierei la maionese…

    Mi piace

  2. Massima ammirazione per la forza d’animo e lo sprezzo per la sofferenza già grave della calura ulteriormente aggravata dalla grigliatura! Ottima la tua ricetta, appena possibile la proporremo tale e quale a tutta la famiglia, parola di Annamaria, sorella cuoca sempre alla ricerca di nuove idee.
    Io che per mancanza di “fisico” e forza morale mi accontento dei vasetti di verdure pronte e del pepe “nazionale” , su una cosa non cedo: la maionese. Poca, leggera, giusto per dare quel tocco di morbidezza in più a tutto l’insieme. Ad maiora!!

    Mi piace

    • Alle 6 c’era già una temperatura più alta del consueto, ma l’affetto per gli “affetti” ti spinge anche a questo: soffrire. Che poi cucinare alle 6 è meglio che alle 12. Mi fa piacere che sia piaciuta la ricetta; talvolta ho adoperato l’olio, ma si è verificato che il riso non andava proprio giù per l’esofago, quindi vada per la maionese. La scelta dell’uno o dell’altra dipende anche dai commensali. Pensa che, quando si trova a casa mia un certo mio amico a cena(costui detesta i formaggi), si cucina doppiamente. 😂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...