Va’!

62994812-c55a-4fb9-8744-f2d70279fef0

Ci siamo congedati stasera. Termina inaspettatamente e con mio sommo compiacimento l’esperienza dell’istruzione domiciliare. Il giovane, che ho seguito a casa per tre mesi, è tornato in buona salute, perciò i medici hanno decretato il suo ingresso a scuola. La madre, giustificabile per la sua ansietà, avrebbe voluto trattenerlo ancora per un po’ di tempo a casa, ma le sue ragioni a nulla sono valse di fronte al mutato quadro clinico: Raffaello può andare a scuola, stare con i compagni, respirare la loro stessa aria, prendere la corriera e condurre una vita normale. Lui non sta nella pelle, oggi pomeriggio, infatti, sprizzava un entusiasmo incontenibile e l’ho beccato pure impreparato, contrariamente alle sue abitudini di impegno. Mi ha confidato sinceramente di avere preferito allo studio gli acquisti di abbigliamento fatti con il papà a un centro commerciale: felpe, maglie, tuta, pantaloni. Raffaello vuole rientrare a scuola vestito di tutto punto, anche perché sarà accolto in classe dalla preside in persona, che ha organizzato per l’occasione una piccola festicciola. Così ho rinunciato a interrogarlo e abbiamo trascorso il pomeriggio immersi nei racconti epici di Omero. Al momento del saluto eravamo visibilmente emozionati e, a sorpresa, ha tirato fuori un regalino da donarmi in segno di stima per la relazione umana di questi mesi. Poi con schietto candore, misto alla sua solita risatina ironica, mi ha confessato a denti stretti che, da quando studia italiano con me, questa materia, che alle medie detestava, quasi quasi gli sta simpatica. Chiaramente le sue parole sono state per me il dono più gradito. Ammetto che, quando ho cominciato, ero animato prevalentemente da un sentimento di compassione umana, poi tutto è cambiato; la curiosità della conoscenza, che il ragazzo via via dimostrava, faceva mutare anche il mio sentimento, permettendomi di recuperare la funzione per la quale ero stato chiamato: insegnare. Io ho insegnato, ma credo di avere appreso da lui più di quanto gli abbia insegnato: la dignità che scaturisce dalla malattia, la riservatezza su essa, la voglia, umile, di farcela, la coscienza dei propri limiti fisici.

Forse ho sempre saputo che sarebbe andata così. Ed è per questo, in fondo, che un pomeriggio di circa tre mesi fa pronunciai il mio sì all’esperienza domiciliare senza riflettere poi tanto.

-Va’!- mi dissi.

4 pensieri su “Va’!

  1. Il giovane Raffaello è stato fortunato due volte. In primis, le cure hanno dato buoni risultati e la sua salute è migliorata e noi ci auguriamo che la guarigione non sia lontana. In secundis, ma non meno importante, ha trovato in te un magister e forse un vero amico, e non è detto che occupare la mente e lo spirito con nozioni interessanti e gradevoli sia stato decisivo ausilio al risanamento fisico.
    Alla via così, audere semper, magister!

    "Mi piace"

  2. Esperienza davvero significativa per entrambi. Per te che sei entrato in un mondo poco frequentato, quello della malattia e della sofferenza, per lui che ha potuto comprendere il fascino di una materia che fino a quel momento aveva snobbato, attraverso la tua passione e la tua conoscenza, e attraverso la relazione interpersonale. Hai fatto una cosa bella, che Raffaello non dimenticherà.

    "Mi piace"

  3. Prima di tutto sono contentissima che il ragazzo si sia rimesso in salute e possa uscire dal limbo. Ma è molto bello anche che entrambi abbiate tratto profitto da questa esperienza. Il rapporto 1:1 è sempre un po’ speciale e anch’io, come Ornella, credo che incontrarti abbia accelerato il processo di guarigione ^_^

    "Mi piace"

  4. @In effetti, Ornella, si è instaurato tra me e lui un rapporto che, se proprio non di amicizia, è sicuramente di affetto e stima. 🙂

    @Grazie, Bridigala! Anch’io difficilmente scorderò. 🙂

    @Murasaki, grazie, molto gentile. 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...