Can’t smile without you

Come reagiremmo se, affranti dalla perdita di un nostro affetto, uno sconosciuto piombasse nella nostra vita per consolarci? Forse, sconvolti dal dolore, non lo prenderemmo neanche in considerazione, di sicuro non lo accoglieremmo in casa. Anzi… tutt’altro. Ma nelle storie tutto è possibile. Ed è possibile che da un incontro del genere scaturisca addirittura una relazione di amicizia. Ma c’è altro. Infatti amore incondizionato, amicizia, solidarietà sono gli ingredienti che condiscono il film, che da questo post entra a pieno titolo tra i miei cult, ossia Insieme per caso, anno 2002, con due straordinari Rupert Everett e Kathy Bates per la regia di P. H. Hogan. Due vite, sideralmente distanti, ad un certo punto si incrociano: lei, Grace, casalinga sognante devota alla famiglia, nasconde dentro sé il segreto di un amore immaginario con il suo cantante preferito; lui, Dirk, autore di canzoni, invece, è proprio il compagno di quel cantante, che viene assassinato da uno psicopatico killer seriale. Ad accomunarli, infatti, è l’amore per il cantante Victor Fox, che rappresenta l’oggetto intorno a cui ruotano i temi del film: la diversità umana che può diventare una forza della natura(Dirk, Grace e sua nuora, la nana Maudey, si coalizzano per rendere giustizia a Victor), l’amore incondizionato che nulla chiede e molto dà, l’amicizia e la solidarietà. Arricchisce il film la colonna sonora, che ripropone i successi di alcuni cantanti anglofoni, come Tom Jones e Barry Manilow. Indefinibile il genere: si tratta di un pasticcio che alterna al romantico il drammatico, alla commedia la parodia del thriller. Ed è forse anche questo a rendere unico il film in questione.

4 pensieri riguardo “Can’t smile without you

  1. Intravisto la scorsa settimana … Iris? Paramountchannel? ? Non ricordo.
    Kathy Bates era un mito ( L’ultima eclissi, Misery non deve morire, Pomodori verdi fritti…) . Poi l’ho vista in uno degli ultimi film con Jack Nicholson ed erano entrambi invedibili…. perché accettare certe parti e certe scene poco dignitose, quando hai un nome e una carriera invidiabile? Probabilmente per soldi!😃
    Ma questo spero di riagganciarlo in un momento in cui l’abbiocco o altri impegni non siano in agguato a impedirmene la visione integrale.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...