Settembre, andiamo!

zap2

L’amica Alidada gentilmente mi chiede come va e sicuramente si riferisce agli inizi di questo nuovo anno scolastico.

Che dire? Il caos organizzativo a scuola domina sovrano. Mille propositi e una miriade di impegni, che nelle intenzioni dei proponenti dovrebbero dare un volto accogliente e innovativo all’esperienza scolastica, perdono nell’impatto con la realtà la loro carica formativa. Arredi scolastici a soqquadro o mancanti, aule polverose, neo-alunni fisicamente presenti ma non registrati negli elenchi ufficiali, linea internet ballerina, riunioni a tempesta, delibere su delibere che annullano delibere poco prima approvate. Insomma una babele. E, ciliegina sulla torta, la visita del pontefice a Palermo, che a due giorni dall’inizio dell’anno scolastico ci regala la prima vacanza.

Dal mio canto, pur con orario ridotto, ho cominciato a lavorare con gli studenti. Ho già spiegato e assegnato dodici pagine di letteratura latina e una nutrita batteria di esercizi grammaticali; se a ciò si aggiungono i libri letti(?)dagli studenti quest’estate, tra qualche giorno sarò pronto per le prime verifiche.

Poi le solite scenette. Genitori dei primini ansiosi, madri che svengono, padri alienati, colleghi che inseguono affannati l’elaboratore del sacro orario scolastico…

Di rilievo quella cui ho assistito stamani: una studentessa handicappata ha aggredito la professoressa di sostegno, tirandole e strappandole dal cranio un bel ciuffo di capelli. Ha voluto così esprimere il suo grazie alle attenzioni della prof.

Non c’è più mondo.

12 pensieri su “Settembre, andiamo!

  1. Un bel quadro, non c’è che dire. E il professore che spiega letteratura e dà compiti di grammatica mi ha evocato l’immagine del capitano che, in oceano tempestoso, guida il suo vascello cavalcando onde impetuose e venti furiosi e contrari…
    Buona navigazione, capitano!

    "Mi piace"

  2. Wow, l’onore della citazione, che belloooo! Grazie 🙂 A parte questo, mamma mia, …credevo che da te andasse tutto decisamente meglio, invece mi consolo. Il problema più grosso è che noi non possiamo fare orario ridotto, quindi non so chi riempirà quelle 120 ore mancanti alla settimana. Avremmo bisogno anche qui della benedizione del Papa 🙂 Un abbraccio e augurissimi per il tuo lavoro… dodici pagine di letteratura latina non è certo poca roba 🙂

    "Mi piace"

  3. @Proprio così, Ornella. Magari fossi un capitano!

    @Ecco, mi consolo, Dolcezze.

    @Alidada, il personale è quasi al completo da noi, ci sono da coprire spezzoni. Il problema è l’organizzazione, che negli anni peggiora.

    "Mi piace"

  4. io non riesco a capire, ma per quale motivo si mette una persona handicappata (evidentemente in maniera pesante) a studiare in un liceo classico?????????? scusate ma sono estranea al mondo della scuola, come Mel sa bene.

    "Mi piace"

    • Soltanto per coincidenza. Una docente sostenitrice si è trasferita da noi, portandosi dietro i suoi alunni disabili. Doppio trasferimento. Propriamente malefica. Ti dirò che è un’esperienza fallimentare. I ragazzi infatti abbandonano dopo i primi tre mesi o frequentano una tantum. Il risultato intanto è ottenuto dalla sostenitrice: mantenere il posto di lavoro nella nostra scuola. Più volte sono stato sul punto di presentare un esposto. 😡

      "Mi piace"

  5. Tra capelli strappati e totemizzazioni del sacro elaboratore dell’orario scolastico, viene quasi pensare che gli auguri portino sfortuna. Ci si pensa sempre un po’ a farseli. Specie a scuola.
    Saluti Mel.

    Fabio

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...