La “guerra” al virus

Sulla rivista ClassicoContemporaneo è stato pubblicato uno dei saggi più intelligenti, ricchi di dottrina, attuali, che si possano reperire, almeno fino ad ora, nel panorama degli studi insieme classici e contemporanei. In controtendenza alla vulgata comune, che ha concepito l’emergenza sanitaria come una guerra, con tutte le derive che tale opinione può trascinare con sé nell’immaginario collettivo, il saggista Li Causi fa saltare ad una ad una le tessere del mosaico bellico covidiano costruito dai politici, dai media e da eminenti scientisti e studiosi, servendosi sia di una ricognizione fatta sui testi della grecità, sia di un’indagine filosofica, che pone al centro della riflessione il rapporto uomo-mondo animale in una visione globale(sociale, ambientale, economica e politica). La lezione più fruttuosa (fra le tante rinvenibili)che si ricava dalla lettura di questo saggio è il rigore scientifico con cui lo studioso dialoga con i classici e i contemporanei, senza che mai appaia supino agli uni e agli altri. Chapeau!

2 pensieri su “La “guerra” al virus

  1. In un momento di emergenza come questo la prima necessità dei politici, credo, è di rassicurare le masse perché non peggiorino la situazione facendo confusione (per esempio assaltando i supermercati, ma si può fare ben di peggio) – e dunque si parla di guerra da vincere con l’aiuto di tutti; per i media invece è importante poter sfruttare le molte emozioni suscitate dal fenomeno, e evocare la guerra è un modo semplice per raccogliere truppe sotto la tua bandiera (che può essere quella del komplotto genetico, della respondabilità civile, della tutela dell’ambiente, del patriottismo e di tante altre cose), ma per farlo è necessario spostare la questione su un piano comprensibile anche a chi non ha voglia di farsi particolari seghe: avere un nemico da combattere è molto più pratico che stare a questionare sul Bene, il Male, la Specie e il rapporto con la Natura – di cui peraltro siamo parte a tutti gli effetti. Comprensibile quindi che QUASI nessuno abbia esaminato la questione sul piano filosofico, ma anche molto giusto che qualcuno cominci a farlo perché di sciocchezze ne sono state dette veramente tante e forse è il caso di operare una certa qual sanificazione prima di ripartire 😊

    "Mi piace"

  2. Secondo me parlare di guerra per un’emergenza sanitaria non rassicura le masse, anzi esacerba gli animi di chi non ha gli strumenti per elaborare appunto l’emergenza; sui media concordo. La lettura dell’articolo proposto mi ha aiutato a capire di più e a rasserenarmi…diciamo. 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...