"Io sono molto camelia sul muschio"

cameliaMuriel Barbery
L’eleganza del riccio
Edizioni e/o
Euro 18,00
<< Io sono molto camelia sul muschio. A pensarci bene, nient’altro potrebbe spiegare la mia reclusione in questa tetra guardiola. Convinta dell’inutilità della mia esistenza da sempre, avrei potuto scegliere la rivolta e, chiamando il cielo a testimone dell’iniquità della mia sorte, attingere alle risorse della violenza che si cela nella nostra condizione. Ma la scuola fece di me un’anima il cui destino vacuo poteva condurre solo alla rinuncia e alla clausura. La meraviglia della mia seconda nascita aveva preparato in me il terreno al dominio delle pulsioni; poiché la scuola mi aveva fatto nascere, le dovevo fedeltà e quindi mi adeguai alle intenzioni dei miei educatori diventando docilmente un essere civilizzato. In effetti, quando la lotta contro l’aggressività del primate si appropria di queste armi prodigiose che sono i libri e le parole, l’impresa è agevole: e così divenni un’anima istruita che attinge dai segni scritti la forza di resistere alla sua natura>>.
 
Non è un giochetto il proporre un testo omettendone l’autore.
Serve, invece, a concentrarsi sull’effetto terapeutico di forma e significato del brano proposto.
Sono certo che gli amanti della lettura riconosceranno il Libro, supremo a mio parere.
Il più “bello” di questa mia estate?
Lo sto leggendo a bocconcini, per procrastinare, quanto più possibile, l’amplesso dell’ultima pagina.
Mi sa che i miei alunni non potranno sottrarsi alla lettura di esso!
 

122 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. melchisedec
    Ago 11, 2008 @ 06:12:00

    @ho letto, Maria. Mi fa piacere che la Lettura del libro di Ottavio “si allarghi”. Perla è una “bloggeressa” seria, attenta, educata, una ascoltatrice ideale.

    Mi piace

    Rispondi

  2. marzia
    Ago 11, 2008 @ 18:43:00

    Nemmeno io amo quel libro al quale, amici, non ne hannno dato una bell’opinione..

    Mi piace

    Rispondi

  3. melchisedec
    Ago 12, 2008 @ 06:40:00

    @Marzia,a mio parere è un buon libro. Ma sono gusti personali e affinità tra chi scrive e chi legge.

    Mi piace

    Rispondi

  4. gipsy2007
    Set 01, 2008 @ 14:27:00

    Ho sentito pareri contrastanti. In spiaggia, mentre io leggevo “La solitudine dei numeri primi”, mia sorella Mily leggeva questo. Lei lo ha trovato pretenzioso e un po’ banale. Ora ce l’ho io, poi ti dico se dò ragione a te o a lei.

    Mi piace

    Rispondi

  5. melchisedec
    Set 01, 2008 @ 14:51:00

    Aspetto Gipsy. Che bello confrontarsi con te!

    Mi piace

    Rispondi

  6. Ombraserena
    Set 10, 2008 @ 17:23:00

    caro Mel, solo ora leggo questa pagina: e infatti l’hai scritta il giorno che io sono partita per le vacanze, per un pelo mi sfuggiva! Io ho adorato questo libro, l’ho letto due volte, e molti mesi fa te l’ho consigliato con una certa insistenza proprio perchè mi sembravi la persona giusta per apprezzarlo. L’ho consigliato anche ad altre due amiche di blog; a una è piaciuto, all’altra no. Nella vita vera, l’ho prestato ad altre due amiche ed entrambe ne sono rimaste disgustate, una soprattutto ha detto che avrebbe strozzato quella bambina……. è vero, come dici tu, a volte le persone con cui si hanno affinità nella vita riservano grosse sorprese come gusti nelle letture!

    Mi piace

    Rispondi

  7. Ombraserena
    Set 10, 2008 @ 17:41:00

    Si, ho controllato sul mio blog, ancora il 17 marzo ho parlato di questo bellissimo libro, e poco dopo devo averlo detto a te. Si vede che un’eco delle mie parole ti è rimasta in mente, insieme ai consigli degli altri o alle critiche dei giornali, fino a che hai preso questo libro! Trovavo che la portinaia, il giapponese e la ragazzina formassero una famiglia veramente ideale, composta dal caso che ha fatto incontrare tre persone predisposte per amarsi e capirsi profondamente.

    Mi piace

    Rispondi

  8. melchisedec
    Set 10, 2008 @ 18:52:00

    @ombra, sono d’accordo con te. Con il tuo commento hai compendiato uno dei significati basilari del romanzo. Io lo trovo appassionante e lo proporrò ai miei allievi.
    Alcuni conoscenti sono rimasti sconcertati dopo la lettura. Chissà cosa urti nella storia, quale personaggio.
    La ragazzina è assolutamente adorabile.
    La prossima volta starò più attento alle tue recensioni.
    Mi sa che abbiamo molti gusti in comune.
    Grazie!
    🙂

    Mi piace

    Rispondi

  9. melchisedec
    Set 10, 2008 @ 18:52:00

    @ombra, sono d’accordo con te. Con il tuo commento hai compendiato uno dei significati basilari del romanzo. Io lo trovo appassionante e lo proporrò ai miei allievi.
    Alcuni conoscenti sono rimasti sconcertati dopo la lettura. Chissà cosa urti nella storia, quale personaggio.
    La ragazzina è assolutamente adorabile.
    La prossima volta starò più attento alle tue recensioni.
    Mi sa che abbiamo molti gusti in comune.
    Grazie!
    🙂

    Mi piace

    Rispondi

  10. melchisedec
    Set 10, 2008 @ 18:52:00

    @ombra, sono d’accordo con te. Con il tuo commento hai compendiato uno dei significati basilari del romanzo. Io lo trovo appassionante e lo proporrò ai miei allievi.
    Alcuni conoscenti sono rimasti sconcertati dopo la lettura. Chissà cosa urti nella storia, quale personaggio.
    La ragazzina è assolutamente adorabile.
    La prossima volta starò più attento alle tue recensioni.
    Mi sa che abbiamo molti gusti in comune.
    Grazie!
    🙂

    Mi piace

    Rispondi

  11. melchisedec
    Set 10, 2008 @ 18:52:00

    @ombra, sono d’accordo con te. Con il tuo commento hai compendiato uno dei significati basilari del romanzo. Io lo trovo appassionante e lo proporrò ai miei allievi.
    Alcuni conoscenti sono rimasti sconcertati dopo la lettura. Chissà cosa urti nella storia, quale personaggio.
    La ragazzina è assolutamente adorabile.
    La prossima volta starò più attento alle tue recensioni.
    Mi sa che abbiamo molti gusti in comune.
    Grazie!
    🙂

    Mi piace

    Rispondi

  12. melchisedec
    Set 10, 2008 @ 18:52:00

    @ombra, sono d’accordo con te. Con il tuo commento hai compendiato uno dei significati basilari del romanzo. Io lo trovo appassionante e lo proporrò ai miei allievi.
    Alcuni conoscenti sono rimasti sconcertati dopo la lettura. Chissà cosa urti nella storia, quale personaggio.
    La ragazzina è assolutamente adorabile.
    La prossima volta starò più attento alle tue recensioni.
    Mi sa che abbiamo molti gusti in comune.
    Grazie!
    🙂

    Mi piace

    Rispondi

  13. melchisedec
    Set 10, 2008 @ 18:52:00

    @ombra, sono d’accordo con te. Con il tuo commento hai compendiato uno dei significati basilari del romanzo. Io lo trovo appassionante e lo proporrò ai miei allievi.
    Alcuni conoscenti sono rimasti sconcertati dopo la lettura. Chissà cosa urti nella storia, quale personaggio.
    La ragazzina è assolutamente adorabile.
    La prossima volta starò più attento alle tue recensioni.
    Mi sa che abbiamo molti gusti in comune.
    Grazie!
    🙂

    Mi piace

    Rispondi

  14. melchisedec
    Set 10, 2008 @ 18:52:00

    @ombra, sono d’accordo con te. Con il tuo commento hai compendiato uno dei significati basilari del romanzo. Io lo trovo appassionante e lo proporrò ai miei allievi.
    Alcuni conoscenti sono rimasti sconcertati dopo la lettura. Chissà cosa urti nella storia, quale personaggio.
    La ragazzina è assolutamente adorabile.
    La prossima volta starò più attento alle tue recensioni.
    Mi sa che abbiamo molti gusti in comune.
    Grazie!
    🙂

    Mi piace

    Rispondi

  15. Ombraserena
    Set 11, 2008 @ 09:54:00

    caro mel, la ragazzina vorrei averla io per figlia: ho detto a una mia amica che io mi toglierei il pane di bocca pur di darle tutto: gli studi migliori, soggiorni in Giappone, tutto quello che vuole. Invece la mia amica ha detto che l’avrebbe strozzata immediatamente!!!! grrr! quanto al giapponese, è un personaggio adorabile e NESSUN lettore può trovarlo antipatico. E’ Madame René che forse respinge i lettori, proprio perchè non è quella brava donna ottusa che dovrebbe essere una portinaia. Un altro personaggio che non va lasciato in disparte, è Manuela: donna squisita, mi ha fatto piangere il suo svenimento alla fine, “abbiate una sola amica ma sceglietevela bene”.

    Mi piace

    Rispondi

  16. melchisedec
    Set 12, 2008 @ 07:05:00

    @Ombra cara, ciò che mi dispiace è questo: alcuni sono rimasti delusi, ma nessuno di essi è stato in grado di spiegarne le ragioni.
    Certamente uno può dire “mi piace”, “non mi piace” senza aggiungere altro, però sarebbe più utile il confronto.

    Mi piace

    Rispondi

  17. melchisedec
    Set 12, 2008 @ 07:05:00

    @Ombra cara, ciò che mi dispiace è questo: alcuni sono rimasti delusi, ma nessuno di essi è stato in grado di spiegarne le ragioni.
    Certamente uno può dire “mi piace”, “non mi piace” senza aggiungere altro, però sarebbe più utile il confronto.

    Mi piace

    Rispondi

  18. melchisedec
    Set 12, 2008 @ 07:05:00

    @Ombra cara, ciò che mi dispiace è questo: alcuni sono rimasti delusi, ma nessuno di essi è stato in grado di spiegarne le ragioni.
    Certamente uno può dire “mi piace”, “non mi piace” senza aggiungere altro, però sarebbe più utile il confronto.

    Mi piace

    Rispondi

  19. melchisedec
    Set 12, 2008 @ 07:05:00

    @Ombra cara, ciò che mi dispiace è questo: alcuni sono rimasti delusi, ma nessuno di essi è stato in grado di spiegarne le ragioni.
    Certamente uno può dire “mi piace”, “non mi piace” senza aggiungere altro, però sarebbe più utile il confronto.

    Mi piace

    Rispondi

  20. melchisedec
    Set 12, 2008 @ 07:05:00

    @Ombra cara, ciò che mi dispiace è questo: alcuni sono rimasti delusi, ma nessuno di essi è stato in grado di spiegarne le ragioni.
    Certamente uno può dire “mi piace”, “non mi piace” senza aggiungere altro, però sarebbe più utile il confronto.

    Mi piace

    Rispondi

  21. melchisedec
    Set 12, 2008 @ 07:05:00

    @Ombra cara, ciò che mi dispiace è questo: alcuni sono rimasti delusi, ma nessuno di essi è stato in grado di spiegarne le ragioni.
    Certamente uno può dire “mi piace”, “non mi piace” senza aggiungere altro, però sarebbe più utile il confronto.

    Mi piace

    Rispondi

  22. melchisedec
    Set 12, 2008 @ 07:05:00

    @Ombra cara, ciò che mi dispiace è questo: alcuni sono rimasti delusi, ma nessuno di essi è stato in grado di spiegarne le ragioni.
    Certamente uno può dire “mi piace”, “non mi piace” senza aggiungere altro, però sarebbe più utile il confronto.

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: