Dello "sdegno"

Nella parlata palermitana è frequente l’uso improprio ed errato dell’aggettivo sdegnoso, usato per designare la persona che dimostra sdegno, cioè avversione, disprezzo o rifiuto per tutto ciò che le appare in contrasto con i proprî gusti, con i proprî principî.
A Palermo l’aggettivo viene appioppato ai quei cibi che, già dopo un assaggio, provocano senso di nausea; la cucina palermitana, infatti, risente molto dei pasticci di varie tradizioni.
Addentare la milza dei bovini fritta con lo strutto o masticare le budella degli ovini intrecciate a cipolla e cotte alla brace possono rendere l’idea dello sdegno di origine culinaria.
Una pietanza, pertanto, è sdegnosa non perché questa sia in grado di provare avversione, disprezzo o rifiuto, ma perché semmai chi la gusta prova nausea e poi rifiuto.
Si verifica, insomma, una sorta di metonimia: lo sdegno è provato da chi mangia, non da cosa viene mangiato.
Un significato affine assume in un altro contesto: sdignusa/o è colei/colui che risulta affettata/o e antipatica/o nel modo di parlare e di comportarsi; anche qui si verifica il salto metonimico.

Tutto questo per dire che, presso una prestigiosa pasticceria cittadina, ho assaggiato uno sdegnosissimo gelato al gusto di caramelle galatine.
Un’americanata.
Né più, né meno.

Oh, My God!

22 pensieri su “Dello "sdegno"

  1. NO!! Vi prego,  i gelati siciliani non devono contaminarsi con strane modernità!! Sono troppo buoni per aver bisogno di aggiornamenti.Qui da me c'è una ottima gelateria artigiana che propone una straordinaria cassata e del pistacchio genuino, perché il gelataio si rifiuta di usare canditi di zucca o strani coloranti. Infatti davanti al suo banco c'è sempre la coda. Oramai sono talmente abituata alle sue bontà che non riesco a gustare gelati in nessun altro luogo. Abbasso le americanate !Ornella 

    "Mi piace"

  2. NO!! Vi prego,  i gelati siciliani non devono contaminarsi con strane modernità!! Sono troppo buoni per aver bisogno di aggiornamenti.Qui da me c'è una ottima gelateria artigiana che propone una straordinaria cassata e del pistacchio genuino, perché il gelataio si rifiuta di usare canditi di zucca o strani coloranti. Infatti davanti al suo banco c'è sempre la coda. Oramai sono talmente abituata alle sue bontà che non riesco a gustare gelati in nessun altro luogo. Abbasso le americanate !Ornella 

    "Mi piace"

  3. Eh eh, Mel, te la sei anche andata a cercare, diciamolo! 😉 Se mai verrò in Sicilia (oddio, suppongo, se tutto va bene, di avere davanti alcuni decenni di vita quindi immagino di sì) assaggerò tutte le varie cose che qui vengono spacciate come "siciliane" (tipo cannoli o granite) per valutare se mi devo sdegnare (io) o no; per le granite mi sa di sì perché qualcuno mi ha già detto che quelle che ci vendono come siciliane in realtà non lo sono esattamente 🙂

    "Mi piace"

  4. Eh eh, Mel, te la sei anche andata a cercare, diciamolo! 😉 Se mai verrò in Sicilia (oddio, suppongo, se tutto va bene, di avere davanti alcuni decenni di vita quindi immagino di sì) assaggerò tutte le varie cose che qui vengono spacciate come "siciliane" (tipo cannoli o granite) per valutare se mi devo sdegnare (io) o no; per le granite mi sa di sì perché qualcuno mi ha già detto che quelle che ci vendono come siciliane in realtà non lo sono esattamente 🙂

    "Mi piace"

  5. L'anno scorso feci un viaggio in Sicilia e memore dei dolci, dei sorbetti, delle granite che avevo gustato tanti anni prima , mi proposi di rinnovare la goduria, invece fu una delusione. Ad Acireale cominciai con un semplice gelato, era un congelato e fu la prima delusione. A Scicli volli provare una fresca e , credevo , cremosa granita, come solo in Sicilia avevo gustato tanti anni prima e mi trovai in mano un bicchiere di semplice ghiaccio tritato e limone, ma almeno era un limone fresco. Ma a Monreale mi fu servita la più sdignusa granita siciliana, ghiaccio tritato con limone inacidito. Ci rimasi così male che non volli più assaggiare altri dolci. Si vede che anche la Sicilia si è modernizzata nelle fregature dolciarie!!

    "Mi piace"

  6. L'anno scorso feci un viaggio in Sicilia e memore dei dolci, dei sorbetti, delle granite che avevo gustato tanti anni prima , mi proposi di rinnovare la goduria, invece fu una delusione. Ad Acireale cominciai con un semplice gelato, era un congelato e fu la prima delusione. A Scicli volli provare una fresca e , credevo , cremosa granita, come solo in Sicilia avevo gustato tanti anni prima e mi trovai in mano un bicchiere di semplice ghiaccio tritato e limone, ma almeno era un limone fresco. Ma a Monreale mi fu servita la più sdignusa granita siciliana, ghiaccio tritato con limone inacidito. Ci rimasi così male che non volli più assaggiare altri dolci. Si vede che anche la Sicilia si è modernizzata nelle fregature dolciarie!!

    "Mi piace"

  7. Mel……Ti stimp per aver osato….Per il coraggioso gestoPer aver "provato" :-))Buon rientro a scuolaE visto che l'estate sta andando……io sto rientrando nelle abitudini autunnali….Certa di leggerti piu spesso, ti saluto con un sorriso 🙂

    "Mi piace"

  8. Mel……Ti stimp per aver osato….Per il coraggioso gestoPer aver "provato" :-))Buon rientro a scuolaE visto che l'estate sta andando……io sto rientrando nelle abitudini autunnali….Certa di leggerti piu spesso, ti saluto con un sorriso 🙂

    "Mi piace"

  9. @Lindadicielo, immagino sia celeste. Mai sentito.@Ornella, non tutto è perduto a livello di tradizioni, ma si resiste.@Flalia, dovrai assaggiare la "cremolada" di Palermo; buona assai. Una granita cremosa.@Grazie, Floris. Che vuol dire "cerca di leggerti"…?@Senz'altro, Pandora; che gusto è?@Infatti, Povna, un assaggio e via.@Masso, ci globalizziamo, ahimé.@Eusesiade, bisogna lasciarsi guidare da indigeni intenditori, altrimenti si rischia la delusione.

    "Mi piace"

  10. @Lindadicielo, immagino sia celeste. Mai sentito.@Ornella, non tutto è perduto a livello di tradizioni, ma si resiste.@Flalia, dovrai assaggiare la "cremolada" di Palermo; buona assai. Una granita cremosa.@Grazie, Floris. Che vuol dire "cerca di leggerti"…?@Senz'altro, Pandora; che gusto è?@Infatti, Povna, un assaggio e via.@Masso, ci globalizziamo, ahimé.@Eusesiade, bisogna lasciarsi guidare da indigeni intenditori, altrimenti si rischia la delusione.

    "Mi piace"

  11. Hai ragione, Mel, infatti i ricordi di gelati e sorbetti favolosi si rifanno a quando , giovanissima, ero in Sicilia , in visita a parenti ,che mi accompagnavano dove sapevano loro .  Ma pensavo che in Sicilia la tradizione dolciaria non mi potesse deludere.

    "Mi piace"

  12. Credo che sdegnosa qui si tradurrebbe ancor peggio in "sfregnàta", anche se ci potrebbe essere inversione di responablità, in quanto quest'ultima è colei che troppo spesso non vuol gustare, fosse solo per capriccio.Ma (naturalmente at minchiam immagino che con il gelato non si debba assolutamente scherzare 🙂 Holy shit …!

    "Mi piace"

  13. Credo che sdegnosa qui si tradurrebbe ancor peggio in "sfregnàta", anche se ci potrebbe essere inversione di responablità, in quanto quest'ultima è colei che troppo spesso non vuol gustare, fosse solo per capriccio.Ma (naturalmente at minchiam immagino che con il gelato non si debba assolutamente scherzare 🙂 Holy shit …!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...